Somma, «I Volumi di Dadamaino sono autentici». Tutti assolti gli 11 imputati

dadamaino

SOMMA LOMBARDO – A processo, con le accuse di associazione a delinquere finalizzata alla contraffazione e al commercializzazione delle opere di Dadamaino (nella foto pubblicata dal sito dell’Archivio a lei dedicato), ovvero Edoarda Emilia Maino, straordinaria pittrice dell’avanguardia milanese negli anni ’50 che si rifugiò a Somma, precisamente a La Maddalena, con la famiglia per sfuggire ai bombardamenti. Sempre a Somma trova sede l’archivio dedicato all’artista. Tra gli imputati figuravano, oltre a galleristi e un critico d’arte di livello internazionale, anche gli eredi della pittrice e responsabili dell’archivio, nonché il direttore artistico dello stesso.

Tutti assolti con formula piena

La vicenda giudiziaria è andata avanti per sei anni vedeva gli imputati accusati a vario titolo di aver immesso sul mercato 460 tele tarocche a suon di false certificazioni d’autore. Il giudizio ha dato ragione agli accusati, tutti assolti perché il fatto non sussiste. Lo annunciano gli stessi vertici dell’Archivio sommese con una comunicazione pubblicata in apertura del sito dedicato all’Archivio Dadamaino.

La comunicazione dell’Archivio

L’Archivio Opera Dadamaino, nella persona dell’attuale Direttore Scientifico Prof. Paolo Campiglio, comunica che il Tribunale di Milano ha assolto in data 8 Luglio 2020 i componenti dell’Archivio Nicoletta Saporiti, Fernando Colombo e il Prof. Flaminio Gualdoni con la formula: ” Perchè il fatto non sussiste”,

Il procedimento penale era iniziato nel 2014 e riguardava l’ipotesi di contraffazione di opere dell’artista. A seguito
infondata l’ipotesi accusatoria escludendo qualsiasi coefficiente di responsabilità in capo all’Archivio e ai propri componenti. Una lunga e completa istruttoria durata due anni, il Tribunale ha ritenuto infondata l’ipotesi accusatoria escludendo qualsiasi coefficiente di responsabilità in capo all’Archivio e ai propri componenti

Per quanto riguarda le Opere di Dadamaino della serie dei “Volumi”, l’Archivio tiene a sottolineare che si tratta di un ciclo condotto dall’Artista a più riprese e lungo un arco cronologico assai ampio e non circoscritto.

L’Archivio ribadisce pertanto il suo impegno costante contro i falsi e a favore dell’Opera dell’Artista, della sua catalogazione e archiviazione e annuncia che sarà avviato entro l’anno il Catalogo ragionato dell’Opera di Dadamaino

Invita quindi collezionisti privati, galleristi e tutti i soggetti interessati all’archiviazione delle opere di Dadamaino a sottoporre al comitato le Opere di loro proprietà che non siano già state archiviate durante l’attività dei precedenti anni.

somma volumi dadamaino autentici – MALPENSA24