Vandali al campo sportivo di Sumirago: arrivano le telecamere

campo sportivo sumirago

SUMIRAGO – Recenti episodi di vandalismo al centro sportivo, e la conseguente decisione di posizionare dei sistemi di videosorveglianza, hanno offerto a Giuseppe Pasolini, assessore ai Lavori Pubblici per il Comune di Sumirago, un’occasione per fare il punto della situazione e svelare progetti futuri.

Vandalismo, videosorveglianza e strade

Tra gli aspetti che si stanno valutando al momento c’è quello relativo alla sicurezza, una tematica balzata all’attenzione dopo i recenti episodi di vandalismo al centro sportivo, dei quali alcuni autori sono già stati individuati dai carabinieri. Perciò i futuri provvedimenti in merito non si limiteranno alla richiesta alla polizia di introdurre, come deterrente generale, piccoli interventi di videosorveglianza nei luoghi considerati sensibili, ma includeranno anche l’incremento di telecamere in strade e incroci. Per la sicurezza stradale sono in arrivo altre novità: è stato aperto un tavolo tecnico con la Provincia di Varese, che inizierà una verifica sulla situazione della Sp 49 che entra in Caidate sovraccarica dei transiti dalla Sp 17 e sull’allestimento di appositi sistemi di rallentamento.

I progetti urbanistici

Per quanto riguarda l’urbanistica, Pasolini individua due filoni principali: la mobilità veicolare/ciclopedonale e la messa a norma degli edifici scolastici. Le arcinote difficoltà finanziarie del Comune e l’esiguità delle risorse rapportate alla vastità di un territorio (e quindi del relativo patrimonio edilizio) distribuito in cinque frazioni, si sono paradossalmente trasformate in vantaggio rispetto ad altri concorrenti nella graduatoria regionale per ottenere dei finanziamenti: in essa infatti sale di più chi appare con un maggiore squilibrio.

È poi nata l’idea di revisionare il Pgt 2011 (entrato in vigore l’anno successivo) per avviare in merito una procedura di impostazione partecipata, cioè un percorso che coinvolgerà direttamente la popolazione. Tutto ciò in una prospettiva sia di sostenibilità ambientale, sia di salvaguardia della bellezza del territorio (la cui cura include ulteriori problematiche come la lotta all’abbandono dei rifiuti o il convogliamento delle acque). Nel merito Pasolini non transige: «Non solo si dovrà costruire in modo cosciente, ma chi vorrà farlo dovrà fornire un valore aggiunto».

vandalismo centro sportivo – MALPENSA24