Busto, Mai Paura Onlus è pronta per un 2021 ricco di iniziative ed emozioni

BUSTO ARSIZIOMai Paura Onlus programma un 2021 ricco di iniziative. «Aperte a tutti», come sempre, ma rivolte in primis ai malati oncologici, ai portatori di disabilità e a chi vive in condizioni di disagio. Le ha presentate stamattina, 14 gennaio, in una conferenza stampa online, la presidente dell’associazione Emanuela Bossi. L’obiettivo rimane quello di «portare emozione, gioia, adrenalina e divertimento a chi ne ha bisogno». Senza farsi fermare, né tantomeno intimorire, dal Covid e dalle restrizioni.

Perché proprio “Mai paura”, sottolinea l’assessore all’inclusione sociale Osvaldo Attolini, «è lo slogan di cui abbiamo bisogno oggi più che mai. Abbiamo una paura folle per la nostra salute, ma abbiamo bisogno di continuare a vivere con coraggio e senza paura». La «forza» di Mai Paura Onlus, aggiunge il sindaco Emanuele Antonelli, «è stata quella di entrare in un segmento che pochi toccavano, con iniziative pazzesche. Possiamo solo stendere il tappeto rosso».

L’appello per le associazioni

emanuela bossi mai paura«Il mondo si è fermato – l’appello di Emanuela Bossi, presidente di Mai Paura Onlus (nella foto)- ma c’è un mondo che merita la nostra più totale attenzione perché in grande sofferenza ed è quello delle associazioni duramente colpite da questa emergenza, totalmente bloccate nelle loro possibilità di confronto, relazioni e contatti di qualsiasi tipo una voragine immensa per i ragazzi e per i loro educatori e famigliari, disperati perché sanno quanto siano importanti tutte queste cose». Mai Paura continua a fare la sua parte, con le sue iniziative, ma non basta: «Ai ragazzi servono le attività quotidiane».

Il 2020: «Bilancio positivo»

Il 2020, «nonostante lo tsunami Covid», si è concluso con un «bilancio positivo», come rivela la presidente Emanuela Bossi. Dall’incontro al teatro Fratello Sole, ancora in epoca pre-Covidcon Umberto Pelizzari e Manuel Bortuzzo fino alla festa di fine estate al parco del Tessile con la mototerapia take away di Vanni Oddera per 150 ragazzi, ma anche il weekend in montagna, l’ippoterapia nella tenuta di Nicole Berlusconi ad Angera, la distribuzione dei regali di Natale e quella dei pasti caldi di Capodanno ai bisognosi. «Siamo riusciti a portare momenti di libertà, divertimento e adrenalina a tante persone – afferma Emanuela Bossi – non possiamo non ringraziare tutti coloro che ci hanno dato dimostrazione di ascolto, generosità e condivisione d’intenti».

Il 2021 ricco di appuntamenti

«Con la generosità si arriva a fare cose impensabili» afferma la presidente di Mai Paura Onlus. Si inizia a febbraio, con i ragazzi delle associazioni sulle piste da sci. A marzo c’è “Ciak si gira”: i ragazzi saranno «attori per un giorno» in un cortometraggio, con le riprese già iniziate dalla Cactus Production di Matteo Ballarati e il montaggio che sarà a cura degli studenti dell’ICMA, che verrà proiettato nel corso dell’edizione 2021 del BA Film Festival. Ad aprile, appuntamento con la ballerina Simona Atzori, che si racconterà nell’appuntamento intitolato “La bellezza di ognuno di noi sta nella propria diversità”. In estate, la traversata in barca a vela sul Lago Maggiore dedicata a Daniela Di Natale, sorella del co-organizzatore dottor Marco Di Natale, prematuramente scomparsa nel 2020. A settembre torna Vanni Oddera con i suoi «salti acrobatici letteralmente sopra la testa dei partecipanti», in una cena “Power-Charity” sotto le stelle e a lume di candela, in mezzo agli aerei di Volandia a Malpensa. Il museo del volo ospiterà anche una nuova edizione della Mototerapia Take Away con “Prendi il volo 2”, «per far rivivere ai ragazzi l’emozione e l’adrenalina del vento in faccia, grazie al percorso terapeutico-emozionale portato con successo nei reparti oncologici degli ospedali da Vanni Oddera»Ad ottobre, nel mese della prevenzione oncologica femminile, ci sarà un nuovo “Defilè delle Donne in Rosa”, con le pazienti oncologiche che «porteranno in passerella la loro resilienza e i loro sorrisi». A novembre tocca al delicato tema del testamento biologico e delle cure palliative in un appuntamento intitolato “La complessità della libertà”. Si conclude a dicembre con un “Unconventional Charity Party” a tema anni ‘80, «una festa che riunirà sostenitori ed amici dell’Associazione e in cui spensieratezza e sana follia si uniranno a solidarietà ed impegno per divertirsi insieme ai ragazzi oncologici e con disabilità».

busto arsizio mai paura onlus – MALPENSA24