«Dimitri Cassani vuole barattare i boschi di Casorate con opere infrastrutturali?»

Casorate comitato brughiera cassani

Nei giorni scorsi sulla stampa locale è intervenuto Dimitri Cassani, Sindaco di Casorate Sempione, in merito a diversi temi relativi a Malpensa, infrastrutture, rumore e ambiente in cui si riferiva anche a possibili opere di urbanizzazione, compensazioni, mitigazioni come se il futuro impatto delle infrastrutture e del traffico aereo possa essere compensato da opere infrastrutturali, in un’ottica “do ut des” che ricorda proprio un “baratto”. Nell’articolo si accenna ad un non meglio precisato “tavolo di confronto” con la Regione, convocato per il 20 settembre. Ma il Sindaco quali richieste o proposte porterà al tavolo? Noi, cittadini, membri delle commissioni e membri del Comitato Salviamo la Brughiera su questo ci interroghiamo perché la nostra amministrazione, rappresentata dal Sindaco, è la voce di tutti noi e sarebbe auspicabile che in qualità di rappresentante lui si confronti con e nelle commissioni consiliari e in consiglio comunale, in merito ai temi che affronterà al tavolo in Regione. Temi che influenzeranno la qualità della nostra vita e quella dei nostri figli, l’ambiente in cui viviamo, il nostro territorio, la nostra salute per oggi e per gli anni a venire. Al tavolo si parlerà del raccordo ferroviario MXP T2 – Gallarate Linea del Sempione? Se ne parlerà senza attendere la sentenza del TAR sul ricorso presentato dai Comuni di Casorate Sempione e Cardano al Campo? Non lo sappiamo, ma forse il Sindaco lo sa, e forse sarebbe il caso che manifesti quale sarà l’atteggiamento che porterà al tavolo. Resterà fedele alla delibera n.29 del Consiglio Comunale del 30 luglio 2018, che stabiliva che i progetti impattanti sul territorio debbano essere inseriti in un Piano d’Area e sottoposti a Valutazione Ambientale Strategica? Quella delibera del consiglio era stata fatta a garanzia e tutela del territorio, dell’ambiente e della salute di tutti noi cittadini, perché il nostro territorio è già sull’orlo del baratro, e il sindaco resta il garante dell’integrità e del benessere di ogni suo cittadino e di questo dovrebbe sentirsi sempre responsabile. Il Comitato Salviamo la Brughiera che ha lottato fin dall’inizio per difendere il nostro comune e il nostro ambiente da una gestione priva di prospettive e di pianificazione, non intende farsi da parte e per questo chiediamo delle risposte da parte della nostra amministrazione su come intende affrontare i prossimi passaggi con Regione, SEA e Ferrovie Nord. Nessuno di noi vuole fermare la crescita e lo sviluppo di Malpensa, ma sappiamo che non c’è crescita senza una seria pianificazione, che include quei passaggi essenziali: Piano d’Area e VAS che aspettiamo dal 2009, quando è scaduto il precedente Piano d’Area del 1999, che ora tutti sembrano voler evitare per non dover affrontare la necessità di rivalutare progetti che sono zoppi e superati e che il territorio già saturo e soffocato non può sostenere! Attendiamo quindi prossimi aggiornamenti da parte dell’amministrazione di Casorate e intanto invitiamo tutti a partecipare al prossimo appuntamento del Comitato: l’Assemblea annuale di rinnovo cariche ed aggiornamento dello statuto che si terrà lunedì 13 settembre nella sala della Pro Loco di Casorate Sempione in Via Marconi alle 21,00 con possibilità di partecipazione ed intervento in presenza (con GreenPass) ed in remoto. Il Link della riunione sarà pubblicato sulle pagine facebook del Comitato e inviata via Mail e WhatsApp a tutti gli iscritti e simpatizza. 

Comitato “Salviamo la brughiera”

Sea e Anas studiano la futura viabilità attorno a Malpensa su incarico di Regione

Casorate comitato brughiera cassani – MALPENSA24