Giorgetti incontra i Sinti: «Non faccio promesse ma seguirò il vostro caso»

gallarate giorgetti sinti

GALLARATE –  Giancarlo Giorgetti incontra la comunità Sinti di Gallarate. Il sottosegretario alla Presidenza del consiglio, ha avuto un breve confronto con Pino Saccone, uno dei portavoce della comunità sgomberata a novembre dall’area di via Lazzaretto e oggi stanziatasi, almeno in parte, su un’area privata occupata abusivamente di proprietà di un ente privato. Pino, alle 9 di oggi, era già davanti al municipio di Gallarate dove alle 11 è arrivato Giorgetti per un incontro con i cittadini accolto dal sindaco di Gallarate Andrea Cassani. Alle 12.30, al termine dell’evento pubblico, i funzionari della questura hanno indicato a Saccone di avvicinarsi. E come promesso in prima mattinata, in sala giunta, è avvenuto l’incontro con Giorgetti.

«Siamo in mezzo a una strada»

«E’ stato gentile e corretto – spiega Saccone al termine del colloquio al quale Cassani non era presente – Mi ha detto che, da quanto appreso dai giornali, si era fatto un’idea diversa della situazione. Mi ha ascoltato: gli ho spiegato che noi non abbiamo un posto dove andare. Che viviamo in mezzo al fango senza acqua e senza bagni. Che da gennaio 4 famiglie, tutte con bambini piccoli, si sono viste assegnare altrettanti alloggi in via emergenziale dopo lo sgombero ma che, ad oggi, in quelle case nessuno ci è entrato». Saccone ha fatto il quadro della situazione post sgombero dal punto di vista della comunità Sinti. «Il sottosegretario mi ha detto di aver preso atto della situazione – prosegue Saccone – Di non poter promettere niente, fatto che ho trovato corretto, ma di voler parlare con il sindaco Cassani prima e con gli enti coinvolti nella vicenda poi per valutare la situazione nella sua completezza». Al momento sull’area di via Aleardi insistono una decina di roulotte. «Noi siamo cittadini gallaratesi a tutti gli effetti – spiega Scccone – Lavoriamo qui, i nostri figli vanno a scuola qui. Non sappiamo dove andare dopo lo sgombero. E non vogliamo affrontare un altro inverno al gelo come già avvenuto. Se ci allontanano da via Aleardi ci trasferiremo in un altro parcheggio».

gallarate giorgetti sinti – MALPENSA24