Legnano, l’emozione del Palio. In gara otto contrade

palio contrade mari

LEGNANO – Ultima domenica di maggio, si corre il Palio. Week end iniziato bene con la vittoria della contrada di San Magno alla Provaccia. Marco Botti con Shane Falco ha primeggiano fin dal primo giro, insidiati solo da San Domenico che purtroppo al quarto giro cade. Ma fortunatamente fantino e cavallo stanno bene.
La serata è stata brillante e coinvolgente in uno stadio gremito di gente. La Provaccia ormai è una manifestazione consolidata e molto sentita.
Particolare spicco ha avuto il discorso del Gran Maestro Alberto Oldrini che ha ringraziato tutti per la partecipazione e ha annunciato la nascita a breve della Fondazione Palio di Legnano, che si occuperà di gestire la manifestazione “unica” e ” orgoglio” della città.
Ma facciamo un giro di boa e una sintesi parlando dei protagonisti della corsa gli 8 gladiatori in gara sulla pista della stadio legnanese, rispettivamente: Andrea Mari per San Martino, Antonio Siri per San Domenico, Carlo Sanna per San Magno, Giuseppe Zedde per Sant’ Ambrogio, Gavino Sanna per La Flora, Dino Pes per Sant’ Erasmo, Jonathan Bartoletti per San Bernardino e Giovanni Atzeni per Legnarello,  vincitore dell’ ultima edizione del Palio.
Sono tutti molto preparati e in forma, arrivano all’ appuntamento del canapo nella maniera migliore e con tutte le carte in regola, coccolati dalle loro contrade e amati dai contradaioli.

Non si fanno pronostici

Non facciamo nessun pronostico ora, ma possiamo dire che sarà un bel palio per molti motivi.
A questo punto sintetizziamo le ultime 24 ore pre palio che emozionano tutti.
Sabato sera appuntamento importante presso le contrade perché si svolge la consueta cena propiziatoria: un grande spettacolo coreografico che ognuna delle contrade in questa occasione mette in campo, un tripudio di luci colori, inni e gioia . Pura passione.
Domenica 27 maggio si inizia alle ore 10.30 con la Santa messa sul Sagrato della basilica di San Magno, momento emozionante grazie alla benedizione delle contrade e dei cavalli e al volo delle colombe di auspicio per una vittoria.
Successivamente ci si ritrova in piazza carroccio con tutte le contrade alle 15.30 per la sfilata storica. Un momento di arte e storia per confluire poi al campo sportivo Mari.  Dove dopo gli onori al Carroccio che è il momento più intenso della manifestazione, si sfidano le 8 contrade nella gara ippica che vede 2 batterie eliminatorie in cui arrivano in finale i primi due di ogni batteria. E in finale il canapo freme, i cavalli scalpitano, le contrade esultano e incoraggiano i loro paladini. Una sola, immensa emozione.

Alessandra Faiella

Palio contrade mari – MALPENSA24