Lipu premia Jerago: è capitale italiana dei rondoni 2018/19

lipu jerago rondoni

JERAGO CON ORAGO – Jerago con Orago ha ricevuto un premio speciale questa mattina, 27 settembre. La Lipu l’ha nominata “Città dei rondoni 2018/19”, un contributo che vuole sancire il contributo fondamentale dato dall’amministrazione in termini di attenzione in materia ambientale e collaborazione attiva nella tutela della specie.

Il censimento dei rondoni

Il Comune di Jerago con Orago è stato tra le prime amministrazioni della provincia di Varese ad aver aderito alla “Delibera salva-rondini” (ovvero il provvedimento amministrativo che vieta  la distruzione dei nidi di rondine, rondone e balestruccio a seguito di ristrutturazioni durante il  periodo riproduttivo) e la torretta rondonaia del municipio a oggi risulta essere uno dei siti più importanti sul territorio varesino per la nidificazione del rondone comune. Proprio questa torretta è stata protagonista di diversi mesi di osservazione da parte dei naturalisti della Lipu: sono una trentina le coppie che si sono riprodotte nella torretta rondonaia nel periodo compreso tra aprile e luglio 2018, alle quali si aggiungono i numerosi nidi presenti nei sottotetti di altri edifici distribuiti nelle vie del centro, con un totale di circa 200 individui fra adulti e giovani. Importante è stata la disponibilità data dal Comune all’associazione, che ha potuto effettuare periodicamente tutti i censimenti necessari. Inoltre ha permesso la produzione di materiale  informativo mirato a sensibilizzare i cittadini sull’importanza della tutela di questa specie.

lipu jerago rondoni

I rondoni che vivono in municipio

«L’obiettivo di questa iniziativa – spiega Costante Cavallaro, delegato della Lipu di Gallarate – è quello di tenere alta l’attenzione su rondoni, oltre che su rondini e blalestrucci, sensibilizzando amministrazioni comunali e cittadini sull’importanza di conoscere e tutelare queste specie, che da secoli vivono e nidificano nei manufatti urbani delle nostre città: si tratta di coinquilini preziosi, specie protette da normative nazionali ed europee, in virtù della loro dieta insettivora che consente di eliminare ogni stagione, in modo del tutto naturale, migliaia di insetti nocivi come zanzare e mosche». A ricevere l’importante riconoscimento è stato il sindaco Emilio Aliverti: «Siamo onorati per il valore che un luogo tanto significativo come la Casa Comunale e la sua storica torretta sta assumendo. Il lavoro discreto ed appassionato e la  collaborazione efficace tra i ricercatori e volontari di Lipu e l’ufficio tecnico del Comune di  Jerago con Orago hanno portato a questo bel risultato, primo traguardo di un progetto e di una  collaborazione che sosterremo convintamente, destinati a crescere e svilupparsi». Giorgio Ginelli, assessore all’Ambiente,  ha aggiunto: «La collaborazione con Lipu è iniziata nel 2017 quando da sindaco ho incoraggiato e apprezzato la valenza dell’intervento alla nostra centenaria torre rondonaia. Sono stati effettuati interventi per mantenere ed aumentare l’avio-fauna presente. Consideriamo la torre un presidio storico ed ecologico per la tutela dei rondoni e la conservazione della biodiversità nel nostro territorio».

lipu jerago rondoni – MALPENSA24