MasCara, singolo “Motherboard” e album rinviato. Ma la band ci mette L’Impegno

mascara motherboard album impegno

SOMMA LOMBARDO – «Non vuole essere un cambio di direzione che fa dimenticare il nostro passato. Ma “Motherboard” si lega molto bene alla volontà che abbiamo mostrato negli ultimi due singoli, cioè non avere canzoni troppo lineari». A raccontare il terzo estratto, tra soul ed elettronica, del nuovo album dei MasCara è Lucantonio Fusaro, cantante della band indie rock che venerdì 3 aprile si esibirà su uno dei canali di #StayON.

Mettere in musica le distrazioni

«Non ci siamo dimenticati i nostri punti di riferimento. Se ne sentono ancora gli echi: torna quella cassa dritta e il rullante in stile Kraftwerk», ha sottolineato Fusaro. «Però l’andamento, l’aver filtrato le voci in un certo modo, il rompere la canzone a metà e l’assolo di sax creano delle interferenze, aprono delle parentesi: l’intento è ricordare il modo in cui ascoltiamo la musica. Spesso, mentre stai guardando un video su YouTube, a un certo punto ti accorgi che nella playlist a fianco c’è n’è un altro interessante: allora magari blocchi per un attimo e vai a vedere quello che è stato suggerito. È un tentativo di mettere in musica anche delle distrazioni, aprendole all’interno delle canzoni».

Un video abbinato a ogni singolo

Come ha raccontato il frontman dei MasCara, «“Motherboard” doveva uscire legato a un video: purtroppo, a causa dell’emergenza coronavirus, siamo stati costretti a interrompere tutto. La pubblicazione del disco, inzialmente prevista per marzo, è stata posticipata a settembre; era già nei piani ma, a questo punto, abbiamo deciso di prenderci ancora del tempo. Più che altro per abbinare a ogni singolo un video: non potendolo registrare, ci rovinava i piani mettere fuori l’album senza uno che accompagnasse un’altra canzone. Teniamo molto alla questione estetica, al fatto che la musica abbia un immaginario preciso, così da rendere il tutto più potente. Perciò, sebbene il disco sia praticamente pronto da un anno e mezzo, l’abbiamo concepito come l’ultimo step di un processo, con i singoli che, a tappe, fanno una sorta di riassunto di ciò che arriverà. In qualche modo avremo un po’ preparato l’ascoltatore».

Un disco impregnato di tecnologia

«Come band abbiamo una grande attenzione per la tecnologia; purtroppo, a causa del diffondersi del coronavirus, abbiamo rinviato alcuni progetti che eravamo pronti a mettere in azione. Ci ha molto colpiti il fatto che ci siano così tanti live in streaming, mostra che c’è sempre un modo per portare la musica laddove non può arrivare; ci stiamo però impegnando per non fare le dirette esattamente come gli altri. Creare un disco così impregnato di tecnologia e poi eseguirlo con una piccola telecamera, chitarra acustica e pianoforte mi sembrava senza senso. Come stanno facendo tutti va benissimo, ma non avverrebbe secondo le modalità che ci distinguono: creeremo una situazione in cui la trasmissione in streaming diventerà una performance».

La performance su #StayON

Il prossimo appuntamento con i MasCara sarà venerdì 3 aprile alle 19 sulla pagina Facebook de L’Impegno, circolo Arci di Milano, per la rete #StayON: «Non consisterà in un vero e proprio concerto in tempo reale – altrimenti sarebbe stato impossibile riuscire a essere sincronizzati – ma permetterà comunque di vederci tutti insieme», ha annunciato Fusaro. «Il bello sarà provare a creare dei live, che comporremo, editeremo e poi controlleremo in modo creativo per lanciarli in diretta. Quindi il tutto si svolgerà in tempo reale, ma noi non staremo suonando in diretta; e sarà comunque un live, perché ognuno l’ha registrato da casa propria. Diventerebbe interessante, a questo punto, poter suonare tutti insieme in streaming. Ma si tratterà di una performance artistica, differente e anche particolare da vedere».

mascara motherboard album impegno – MALPENSA24