Sesto, la nuova Marna entro il 2021: «Nuovo contenitore ma stesso cuore»

marna sesto colombo buzzi

SESTO CALENDE – Il futuro della Marna ha finalmente un volto per i sestesi, dopo quattro anni per la presentazione di un progetto che ridisegnerà parte della città. A presentare alla città uno dei punti cardine della giunta di Marco Colombo sono stati proprio l’ex sindaco ora consigliere regionale e il suo vice, Giovanni Buzzi: «Vi presentiamo la nuova Marna. Se le città avessero un cuore, i sestesi conterebbero i battiti proprio di questo edificio sulla riva del Ticino». Proprio il cuore, il contenuto, l’anima dei sestesi, sottolineano Colombo e Buzzi, sarà lo stesso: a cambiare, in luogo e forme, «solo il contenuto. Per una città che guarda al futuro».

Entro dicembre ciclabile pronta

E’ l’ex sindaco Colombo a illustrare, render per render, ogni dettaglio delle due strutture che nasceranno al posto dell’attuale Marna: una nuova sala civica polifunzionale dotata di parcheggio da 180 posti, e una rinnovata sede per la CSCK, con in più una ciclabile che collegherà il centro fino a Sant’Anna. Proprio dalla pista ciclabile si partirà, promette Colombo: «L’11 maggio si chiude la gara, e via subito con i lavori: entro dicembre andremo in bicicletta fino a Sant’Anna. Ed è già stato approvato un ordine del giorno in Regione per portarla fino a Laveno».

Due edifici polifunzionali

Passando alla struttura che sostituirà la Marna attuale, si realizzerà una nuova sala civica più grande, «senza pilastri, con grandi vetrate, appoggiate su un piano continuo che copre il parcheggio impostato alla stessa quota dell’attuale Piazzale Rovelli. La sala, che potrà accogliere anche 400 persone, è racchiusa da un involucro semitrasparente con una forma particolare che consente una visione selettiva verso l’esterno». Grande parcheggio seminterrato da 180 posti, un ampio piazzale-terrazzo all’esterno: «Sarà la nuova sala civica dei sestesi, dove riprenderemo a ballare, incontrarci, innamorarci, far giocare i bambini» promette Colombo. Il primo edificio si collega al secondo attraverso un largo boulevard alberato che giunge fino ad una nuova piazza, l’estensione di quella antistante il Municipio: «uno spazio aperto caratterizzato da un giardino, giochi d’acqua e zone pavimentate, posto fra l’attuale piazza del Municipio e la nuova sede del CSCK». Sede moderna, che accoglierà il deposito di barche e canoe oltre a palestra, spogliatoi e uffici per gli atleti. All’esterno resterà uno spazio aperto, una lounge urbana attrezzabile per feste, giochi e attività varie all’aperto. Il tutto, precisa Colombo «con un complessivo di otto milioni di euro, già tutto finanziato senza ricorrere a debito», grazie specialmente al contributo di Regione Lombardia e la partecipazione ad un bando Cariplo.

Natale 2021 nella nuova Marna

L’amministrazione uscente vuole chiudere così il suo mandato: presentando il futuro alla città. Non senza porsi delle domande. Spiega Buzzi che «eravamo incerti sul presentare o meno questo progetto, perché siamo in campagna elettorale. Ma poi abbiamo pensato che la nuova Marna riguarda tutta Sesto, va oltre le elezioni ed era doveroso portarvi i risultati del nostro lavoro». A chi suggeriva di riqualificare l’edificio attuale, spiega che «si tratta di un edificio non più ristrutturabile, oltre ad essere in un punto a rischio esondazione». E le domande, l’amministrazione le ha previste soprattutto per chi si chiede cosa ne sarà, mentre i lavori vanno avanti, delle attività che nella Marna si svolgono (solo qualche settimana fa lo storico Giovedì grasso aveva dovuto cercare altra sede): «Non fermeremo nessuna attività, troveremo luoghi alternativi per tutti: ma certo non vogliamo paralizzare una Sesto che sta correndo verso il futuro». Dritti verso una nuova Sesto, dunque: con l’ottimismo di Colombo, «contiamo di partire con i lavori a inizio del prossimo anno. E di consegnare tutto alla città entro dicembre 2021: quell’anno il Natale lo festeggeremo insieme nella nuova Marna».

marna sesto colombo buzzi – MALPENSA24