Uyba inarrestabile anche a Novara: l’ex Lavarini si inchina a Busto

NOVARA – Nella tredicesima e ultima (al netto del recupero di sabato 6 marzo con Casalmaggiore) giornata del girone di ritorno della A1 femminile, la Unet e-work Busto Arsizio si impone nel derby del Ticino con la Igor Novara dei tanti (troppi) ex. Il punteggio finale di 1-3 (23-25, 22-25, 25-19, 17-25) racconta di un match che ha visto le farfalle di patron Pirola conquistare con merito i tre punti e la tredicesima vittoria consecutiva (15 su 16 nel 2021). Prestazione solida per le bustocche che tengono aperto il discorso quinto posto (e forse anche il quarto, se Scandicci dovesse perdere nettamente con Monza) che vorrebbe dire davvero tanto in chiave coppe europee per la prossima stagione; anche se, di contro, significherebbe posizionarsi dalla parte di Conegliano nella griglia play off. Ma questo ora non conta: il 2021 delle farfalle è qualcosa di storico e, allo stato attuale, questa Busto griffata Marco Musso è la squadra da evitare davvero per tutti. Nella sfida del PalaIgor spicca, come al solito, Alexa Gray con 26 punti a referto. Mingardi ne aggiunge 19 e Gennari 13.

MVP

Senza il pubblico non è la stessa cosa. Capiamo benissimo la situazione contingente con il Covid che non vuole mollare la presa e i colori delle Regioni che cambiano come i semafori, ma quanto sarebbe stato bello il derby con le due tifoserie? Come al solito, i tifosi bustocchi hanno organizzato il guado del Ticino in forma virtuale e stanno preparando il charter per la Turchia, ma non è lo stesso. La passione, il calore e il sostegno della propria gente è fondamentale: siamo certi che appena il contagio si esaurirà gli impagabili AdF ci faranno pagare con gli interessi i decibel non utilizzati nell’ultimo anno.

Stats

Musso fa collezione di scalpi. Da quando è subentrato a Fenoglio, l’allenatore piemontese aveva già battuto i suoi “maestri”. Dapprima ha guidato le sue farfalle a espugnare il Mandela Forum dando un dispiacere a Marco Mencarelli; poi alla e-work Arena ha avuto la meglio su Re Carlo Parisi; e ora è toccato a Stefano Lavarini. Il predestinato ha davvero imparato al meglio la lezione di tali mentori e non ha intenzione di fermarsi…

Ratings

Poulter 7, Olivotto 6.5, Gennari 7, Bonelli sv, Gray 8, Leonardi 6.5, Mingardi 7, Piccinini 6, Cucco sv, Stevanovic 7, Escamilla sv, Bulovic sv, Herrera Blanco sv. All. Musso 8.

Mixed Zone

Coach Marco Musso: “Per noi era una partita importante per dare continuità a quello che stiamo facendo e per farci mantenere ritmo alto in vista di giovedì. E’ stata gara vera da entrambe le parti; al di là dei punti importanti per la classifica l’aspetto fondamentale è aver tenuto il passo di Novara, che non ha mai perso ritmo, soprattutto nel terzo set in cui ci ha messo in grossa difficoltà. Dobbiamo sempre tenere l’asticella alta”.

Match Report

Igor Gorgonzola Novara – Unet e-work Busto Arsizio: 1-3
(23-25, 22-25, 25-19, 17-25)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Populini 1, Herbots 14, Napodano (L), Zanette 1, Battistoni, Bosetti 16, Chirichella 10, Sansonna (L), Hancock 5, Bonifacio ne, Tajè ne, Washington 15, Smarzek 11, Daalderop 1. All. Lavarini. Battute: vincenti 3, errate 7. Muri 10.
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Poulter 4, Olivotto 8, Gennari 13, Bonelli ne, Gray 26, Leonardi (L), Mingardi 19, Piccinini, Cucco (L), Stevanovic 9, Escamilla, Bulovic ne , Herrera Blanco ne. All. Musso. Battute: vincenti 4, errate 3. Muri: 10.

Next match

Trasferta turca per Gennari e compagne che giovedì 4 marzo alle ore 19.30 (le 17.30 italiane) saranno di scena alla Burhan Felek Voleybol Salonu di Istanbul al cospetto dell’Eczacibasi per provare a difendere il 3-1 della e-work Arena e staccare di conseguenza il pass per la semifinale di Champions League.

Futura, chi ben comincia… Da Ravenna tre mattoncini verso i play off

uyba inarrestabile novara – MALPENSA24