Busto, stop alle code in anagrafe. I certificati si scaricano anche in edicola

BUSTO ARSIZIO – Dopo le tabaccherie è il turno delle edicole. Adesso i certificati anagrafici potranno essere richiesti e scaricati anche dai giornalai. A dare l’annuncio sono stati il sindaco di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli e l’assessore al Commercio, Manuela Maffioli, oggi, lunedì 20 settembre, nell’inaugurare il servizio all’edicola Mara di viale delle Rimembranze 33. «Un aiuto concreto a tutti i cittadini, ma anche al Comune, perché ci sgraverà dalle lunghe code che spesso di verificano all’ufficio anagrafe», ha detto Antonelli.

Già 10 edicole disponibili

La delibera è stata approvata dalla giunta Antonelli proprio in queste ultime settimane e lo scopo è chiaro: permettere alle edicole di Busto Arsizio di rilasciare alcuni certificati del servizio anagrafe ai cittadini, come già avviene nelle tabaccherie dallo scorso giugno. E anche le modalità saranno le stesse: parliamo di certificati di nascita, morte, matrimonio, cittadinanza, esistenza di vita e molti altri, dal costo di 2 euro a operazione.

«Ad oggi il servizio è pronto, ma verrà attivato nelle prossime settimane per permettere a tutti i punti che lo desiderassero di dotarsi del software necessario per poter scaricare e stampare i documenti», spiega il vicesindaco Maffioli, ricordando che si tratta di un’adesione su base completamente volontaria. E la richiesta è arrivata effettivamente proprio dalle cartolerie stesse. «Visto il successo dei servizi dai tabaccai abbiamo contattato l’amministrazione per dare la nostra disponibilità, in modo da essere più vicini ai cittadini e dare anche una mano al Comune», racconta Simona Mara, proprietaria dell’edicola di viale delle Rimembranzea che proprio oggi ha “aperto” ufficialmente il servizio. Insieme a lei già altre 10 giornalai della città hanno dato la disponibilità.

Punti di riferimento

«Si tratta della metà di tutti i punti di Busto Arsizio (che sono 20 ndr) quindi è segno di un grande interesse. Le edicole sono attività storiche del nostro territorio, che lavorano 7 giorni su 7 e che rappresentano davvero un punto di riferimento per molti bustocchi. Quindi questo per noi è un modo per essere più visibili e presenti e riqualificare anche la figura dell’edicolante», ha aggiunto Maria Rosa Naso presidente della sezione di Busto Arsizio e Valle Olona del Sindacato nazionale degli edicolanti.

Basta code

E, come dice il detto “prendere due piccioni con una fava”, questa idea beneficerà tanto i giornalai, dato che ci saranno più persone che per un motivo o per l’altro entreranno in negozio, quanto la macchina pubblica. «Soprattutto con lo scoppio della pandemia e il personale ridotto abbiamo avuto una serie di difficoltà negli ultimi mesi nell’erogare alcuni servizi e quindi questa idea ci permetterà di ridurre le code in via Fratelli d’Italia ed essere più vicini alla comunità», ha concluso il sindaco.

I certificati che verranno rilasciati sono gli stessi delle tabaccherie: nascita, morte, matrimonio, cittadinanza, esistenza in vita, residenza, stato civile, stato di famiglia, stato di famiglia e di stato civile, residenza in convivenza, stato di famiglia AIRE, stato libero, unione civile, convivenza. Il costo per ogni operazione di rilascio dei certificati è di 2 euro.

Busto, boom di certificati digitali scaricati online. E debutta l’anagrafe in tabaccheria

busto arsizio anagrafe servizi edicola – MALPENSA24