Gorla Maggiore riconferma Pietro Zappamiglio sindaco. Vittoria schiacciante

consiglio_comunale_gorla_maggiore

GORLA MAGGIORE – È Pietro Zappamiglio il sindaco di Gorla Maggiore. Il primo cittadino uscente è stato clamorosamente riconfermato con una vittoria del 66%. Gli sfidanti, che arrivano a solo 994 voti rimangono amareggiati, ma non si arrendono. «Adesso arriva il bello», commenta Maria Rita Colombo.

Per Zappamiglio quasi 2 mila voti

Numeri che hanno tardato ad arrivare, ma che già dal mattino di oggi, martedì 22 settembre, parlavano chiaro: Zappamiglio è il favorito. Infatti, delle 2960 schede valide, ben 1897 portavano una croce su Fare Comune. Una vittoria del 66%, contro il 34% di Qui Progetto Gorla che totalizza 994 voti. Una differenza di 903 punti.

Ancora meglio rispetto a cinque anni fa

«Un risultato che mi aspettavo, ma che mi rende molto fiero del nostro lavoro. Anche perché, se ci confrontiamo con i risultati di cinque anni fa, siamo decisamente migliorati», commenta il primo cittadino. Rispetto al 2015, infatti, tanti dati sono aumentati. Dall’affluenza che nello scorso weekend ha raggiunto il 71%, al numero di votanti e soprattutto di coloro che hanno votato Pietro Zappamiglio. Si passa da 1614 voti a 1897.

Si parte dal polo sportivo

Una vittoria che molti davano per scontata, ma che vista l’agitazione in paese delle ultime settimane non lo era. Zappamiglio però non ha mai avuto dubbi. «Abbiamo vinto grazie al lavoro di squadra e alla passione e competenza con la quale abbiamo amministrato gli scorsi cinque anni», dice.

Ora è il momento di cambiare in meglio Gorla, e si partirà proprio dal polo sportivo, uno dei punti che stanno più a cuore a Fare Comune. «Vogliamo subito metterci all’opera per migliorare le strutture per lo sport e il divertimento dei nostri giovani. E in particolare, come avevamo già promesso, i campi da calcetto saranno pronti nella primavera del 2021».

Gli avversari pronti per l’opposizione

Dall’altro lato della medaglia ci sono però i candidati di Qui Progetto Gorla, che escono sconfitti da questa tornata elettorale, rimanendo alquanto amareggiati. Tuttavia, a riscaldare gli animi è la capogruppo stessa. «Se pensiamo che siamo partiti dallo zero percento, contro il 20% di Zappamiglio, ne abbiamo fatto strada. Inoltre abbiamo iniziato in ritardo con la campagna elettorale e sicuramente ci sono cose che dovremo migliorare. Ma adesso arriva il bello. Perché parte il nostro lavoro in consiglio comunale e siamo pronti», commenta Maria Rita Colombo. Che, fiera della squadra che ha costruito, pensa al futuro: «vogliamo raggiungere sempre più persone e soprattutto giovani».

Ecco il consiglio comunale

Zappamiglio stesso si sofferma sul consiglio comunale, augurando agli avversari di fare un lavoro migliore rispetto ai predecessori. «Negli ultimi 5 anni – dice infatti il sindaco – l’opposizione si è astenuta per il 95% delle delibere».

 

E infatti, secondo le preferenze, entreranno in consiglio comunale: Alessio Ferioli con 171 preferenze, Cristina Monza, con 160, e Andrea Zerbini, con 157, oltre ovviamente a Colombo. Per Fare Comune, invece entreranno: Antonio Agostino Ninone, Ginaluca Ferrè, Renato Grazioli, Annalisa Macchi, Susy Pozzato, Antonella Scolfaro in Mariani, Fabio Taglioretti e Federico Terreni . Rimangono esclusi Antonia Parisi, Stefano Monco, Cinzia Montini e Nicoletta Orlando.

Miss e Mr preferenze: Pozzato e Grazioli

Per Fare Comune, i candidati vincitori indiscussi sono sicuramente Susy Pozzato, con un totale di 223 preferenze e Renato Grazioli, con 220.

Il programma di Zappamiglio per Gorla Maggiore: «Ambizioso, ma non per noi»

gorla maggiore sindaco zappamiglio -MALPENSA24