A fuoco il Tribunale di Milano: ipotesi cortocircuito. Distrutto l’archivio Gip

vigili fuoco organici

MILANO – Incendio al settimo piano del Tribunale di Milano: ipotesi cortocircuito, forse a causa del sovraccarico dei sistemi informatici. Il rogo è divampato in un’ala dove si trovano le cancellerie dei gip. Chiusi anche il sesto e il quinto piano.

Ipotesi accidentale

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con 18 squadre assieme a carabinieri e polizia locale. Secondo quanto appreso, ad andare a fuoco è stato l’archivio. Un danno enorme per il lavoro dei magistrati. L’incendio è divampato intorno alle 5.30 di oggi, sabato 28 marzo: in Tribunale erano presenti soltanto i presidi di vigilanza delle guardie private agli ingressi del Palazzo. In questi giorni l’attività al Palagiustizia è ridotta ai servizi essenziali per l’emergenza Coronavirus. L’accesso all’edificio è interdetto al pubblico fatto salvo per ragioni di urgenza. Ridotta al minimo anche la presenza di magistrati e di personale amministrativo.

milano incendio tribunale cortocircuito – MALPENSA24