Olgiate, in arrivo 26 mila euro per i centri estivi. Acanfora: «Ormai è tardi»

centri estivi

OLGIATE OLONA – Se in periodo estivo si discute sempre dei campus per i bambini, e dei relativi costi, quest’anno con l’aumento delle spese a causa della pandemia da Covid-19, il tutto si fa più complesso. In particolare a Olgiate Olona l’amministrazione ha comunicato giovedì 29 luglio, in consiglio comunale l’arrivo di 26 mila euro dallo Stato per aiutare le famiglie. Alla notizia, però, l’opposizione di Olgiate Insieme ha fatto notare un piccolo, ma tutt’altro che insignificante, dettaglio. «Queste informazioni arrivano un po’ in ritardo, dato che quando le famiglie hanno iscritto i propri figli non sapevano quanto effettivamente l’amministrazione avrebbe aiutato».

Avreste dovuto agire prima

Insomma, il messaggio è stato chiaro: questi discorsi si sarebbero dovuti fare un mese fa, se non prima. A ribadirlo è stata la capogruppo di opposizione di Olgiate Insieme, Alda Acanfora, che al consiglio di giovedì 29 luglio, ha criticato la giunta Montano che, nell’assestamento di bilancio ha inserito l’entrata di 26 mila euro per i centri estivi, provenienti da un contributo statale. «Avreste dovuto agire in maniera diversa e decisamente prima. Insomma solo questa mattina avete deciso i criteri per l’erogazione dei contributi, quando ormai la maggior parte dei campus sono quasi finiti».

Ciò significa che quando le famiglie Olgiate si hanno iscritto i propri figli ai centri estivi, generalmente a inizio giugno, ancora non sapevano se il Comune le avrebbe aiutate, né tantomeno a quanto sarebbero ammontati i contributi. «Altri Comuni limitrofi – ha detto Acanfora – hanno fatto scelte differenti, per esempio attingendo dal fondo di riserva e prevedendo degli sconti direttamente sulle rette, in modo da evitare i soliti problemi nei rimborsi».

In questo caso, infatti, i centri Olgiatesi utilizzeranno il contributo ricevuto adesso, a fine luglio, per ripianare l’uscita precedente. «Certamente è un modo legittimo di operare, ma non va incontro né ai campus, che dovranno poi gestire i rimborsi, né alle famiglie, che sapendo prima del contributo avrebbero magari fatto delle scelte differenti».

Abbiamo fatto il prima possibile

A spiegare la decisione dell’amministrazione è però Rossano Palermo, assessore al Bilancio di Olgiate che ha appunto annunciato che dallo stato arriverà a Olgiate un contributo di 26 mila euro. «Purtroppo quest’anno i fondi sono decisamente ridotti rispetto a quelli degli scorsi anni, quindi gli aiuti che siamo in grado di mettere a disposizione delle famiglie sono inferiori».

I rimborsi

Palermo continua poi dichiarando che verranno dati, in forma di rimborso da parte dei gestori dei centri, 10 euro a bambino per 4 settimane e solamente per chi è residente a Olgiate Olona e abbia frequentato un centro in paese. Quanto ai numeri si tratta di circa 400 bambini olgiatesi e 150 che invece provengono da altri Comuni. «Numeri che, se l’amministrazione si fosse mossa prima, sarebbero potuti essere maggiori», dice Acanfora. Ma a mettere a tacere ogni polemica è l’assessore Palermo stesso: «Ci siamo mossi appena è arrivato il contributo statale, purtroppo avevamo altre emergenze prima, quindi questo è il massimo che abbiamo potuto fare».

olgiate olona centri estivi – MALPENSA24