Sesto Calende cambia volto. Così rinasce l’area dell’ex Ecomostro

Sesto calende ecomostro colombo

SESTO CALENDEM25, un palazzo iconico ed EC-HO, un Boutique Residence. Questi sono i nomi del futuro dell’area ex “Q8” a Sesto Calende, meglio noto come l’Ecomostro che sorge abbandonato proprio nel cuore della città. “Con orgoglio vi presentiamo la nostra proposta architettonica, firmata da Arassociati, con la progettazione del verde di Agep Greenscape  e quella strutturale di Sceproject , per la riqualificazione di questa parte importante di Città”, svela la Enrico Colombo Spa , l’azienda di famiglia dell’ex sindaco e attuale consigliere regionale Marco Colombo che ha acquistato l’area dismessa all’asta fallimentare.

Variante al Pgt

In queste ultime settimane la proprietà ha depositato agli uffici comunali di Sesto Calende tutta la documentazione necessaria per dare avvio, tramite le richieste di parere preventivo, alle dovute procedure urbanistiche ed edilizie. Servirà infatti una Variante di Pgt. La procedura sarà lunga, ci vorrà tempo per avere i permessi, l’esito non è scontato e il progetto potrebbe subire varianti anche significative. “Noi riteniamo di aver sviluppato un progetto giusto che si armonizza con il territorio e il suo ambiente, un progetto che vuole riportare in un area urbana una notevole quantità di spazi verdi, di nuovi spazi pubblici e di parcheggi”, spiega la Enrico Colombo in una nota, mostrando per la prima volta i rendering. “Un progetto che guarda al futuro, nel rispetto della tradizione Sestese e forte di una indiscussa qualità architettonica”.

Sostenitori e detrattori

Marco Colombo affida a un post sui social il suo pensiero: “Ero certo che la Enrico Colombo SpA presentasse un progetto affascinante, moderno e di grande qualità architettonica per la riqualificazione di un’area importante della nostra amata Città. Vorrei ringraziare tutti i progettisti, i collaboratori della Enrico Colombo SpA che hanno lavorato per questo progetto, mia sorella Manuela per aver creduto in questo difficile impegno e tutti i Sestesi che contribuiranno a sostenerlo. Ci saranno tanti detrattori, alcuni con giuste critiche, altri così, per partito preso e altri perché vorranno bloccarlo senza alcun motivo. Sono sicuro che ai Sestesi piacerà perchè contribuirà a migliorare e valorizzare l’intera cittadina. Con l’M25 e EC-HO, insieme alla Nuova Marna, Sesto Calende guarderà al futuro. Sesto Calende è una terra di futuro e di vita”.

“Making Sesto Calende better”: un futuro per l’ecomostro. Ma è polemica politica

Sesto calende ecomostro colombo – MALPENSA24