Una seconda chance per i detenuti: Don Riboldi ne parla a Gorla Maggiore

gorla maggiore Don David Maria Riboldi

GORLA MAGGIORE – «Una cooperativa nata proprio in Valle Olona per dare una possibilità di rinascita a persone che sono arrivate al capolinea della propria vita». Così il cappellano del carcere di Busto Arsizio, don David Riboldi il prossimo mercoledì 17 marzo presenterà l’associazione La Valle di Ezechiele ai cittadini gorlesi per sensibilizzarli sul tema e intercettare aiuti in una serata dedicata al tema della “Carità all’opera”.

Intervista online

«Siamo molto contenti di poter avere virtualmente con noi don David che ha fondato la Cooperativa La Valle di Ezechiele: una realtà da anni attiva sul territorio della Valle Olona, dove è appunto nata», ha annunciato sui social il sindaco di Gorla Maggiore, Pietro Zappamiglio. Un annuncio arrivato da Facebook, proprio perché su questa piattaforma si svolgerà l’incontro, rigorosamente online, dal momento che da domani, lunedì 15 marzo, la Lombardia sarà in zona rossa.

Una realtà a noi vicina

«Spesso pensiamo che i detenuti o le persone che hanno scontato delle pene in carcere siano una realtà molto lontana da noi. Ma non è così», ha esordito don David Riboldi. «Pensandoci bene potremmo accorgerci che anche nelle nostre vite, nei nostri quartieri e paesi ci sono persone che stanno affrontando periodi difficili. E’ proprio a loro che si rivolge la nostra cooperativa».

Aiutateci ad aiutare

La Valle di Ezechiele, infatti, nasce con l’intento di dare una seconda possibilità a tutti coloro che sono in uscita dalla detenzione, cercando e offrendo opportunità di lavoro. «Speriamo che questo incontro in diretta possa aiutarvi a capire il bene che cerchiamo di fare e chissà, magari qualcuno vorrà unirsi a noi», conclude il parroco, ringraziando l’amministrazione di Fare Comune per l’invito.

La diretta si svolgerà mercoledì 17 marzo sulla pagina Facebook Pietro Zappamiglio Sindaco di Gorla Maggiore.

gorla maggiore don riboldi valle ezechiele – MALPENSA24