Varese, accordo di 90 anni per il Politeama. In autunno il progetto

Politeama

VARESE – Ha una durata di 90 anni l’accordo tra il Comune di Varese e la Fondazione Molina per l’utilizzo del Politeama. I due enti hanno siglato l’intesa per la concessione della struttura di piazza XX Settembre, dove sorgerà il nuovo teatro cittadino. I dettagli sono stati presentati a Palazzo Estense.

55mila euro il canone annuale

L’accordo prevede la messa a disposizione dello stabile all’amministrazione comunale, con l’obiettivo del suo utilizzo come sede teatrale. Il Comune si impegna a corrispondere, a partire da quando la struttura sarà in funzione, un canone annuale di circa 55mila euro. Il sindaco Davide Galimberti ha parlato di una grande collaborazione istituzionale. «Devo fare un ringraziamento al presidente della Regione Attilio Fontana – ha detto – qualche settimana fa la segreteria tecnica dell’accordo di programma per Piazza Repubblica ha deliberato di procedere con la scelta del Politeama. Una scelta che non era scontata, visto che l’idea originale era l’edificazione di un nuovo teatro». Un concetto che ha sottolineato anche l’assessore alle risorse Cristina Buzzetti. «L’elemento più rappresentativo – ha detto – è l’apertura dell’accordo di programma ad una zona più ampia di quello che era precedentemente. Un’area che va dal mercato al polo culturale, fino al nuovo teatro e alle stazioni».

Prima tappa completata

Il presidente del Molina Guido Bonoldi ha illustrato i passaggi che hanno visto protagonista la fondazione, proprietaria dello stabile. «Abbiamo iniziato nel marzo 2019 – ha ricordato – affidando all’architetto Michele De Lucchi l’incarico di realizzare un concept design sulla riqualificazione del Politeama». Tra le idee emerse da quel progetto il rifacimento della facciata e la realizzazione di un nuovo palcoscenico e una torre scenica. Sempre nel 2019 è seguito un approfondimento tecnico, con il Gruppo Concrete di Lucio Visintini che ha analizzato gli aspetti relativi ad acustica, impianti elettrici, meccanici e sicurezza. Lo studio ha indicato la possibilità di realizzare un teatro di 800 posti. Infine nel 2020 sono stati realizzati gli approfondimenti ingegneristici, a cura dello studio di Alberto Mazzucchelli. Analisi che hanno confermato la fattibilità strutturale di un intervento di riqualificazione. Si arriva così ai giorni nostri, con la delibera del cda del Molina per la concessione al Comune. Un lungo percorso che Bonoldi ha definito con una metafora ciclistica. «Siamo giunti al traguardo della prima tappa».

I prossimi passaggi

E ora la “corsa” verso il teatro continua: i primi passaggi saranno istituzionali, prima nelle commissioni e poi in consiglio comunale il prossimo 13 maggio. «Entro maggio pubblicheremo il bando per la progettazione, che dovrà essere molto qualificata – ha anticipato il sindaco – l’obiettivo è quello di arrivare al progetto preliminare entro l’autunno». È ancora presto invece per parlare di tempistiche e costi complessivi, che potranno essere valutati solo dopo il progetto.

Varese e il futuro del Politeama: via alla progettazione per riqualificare il teatro

varese politeama accordo comune – MALPENSA24