Da YouTube al Galleria. Natalino Balasso, ragionamenti sul filo dell’assurdo

balasso galleria legnano

LEGNANO – Da Telebalasso al palco del Galleria: uno spettacolo per cui non esiste un vero e proprio filo conduttore, se non che le due ore in compagnia di “un commediante nella rete” presenteranno, con diversi registri linguistici, tutte le varianti della risata. “Stand Up” è un’antologia comica del meglio di Natalino Balasso, che si esibirà al teatro di Legnano domani, venerdì 15 marzo, alle 21.

Il meglio di dieci anni

A guardare il palco non si direbbe: sfondo nero, solo un microfono vintage. E, ovviamente, il protagonista: Natalino Balasso. Eppure “Stand up” si annuncia come una valanga verbale travolgente, scagliata contro il pubblico come uno tsunami di comicità assoluta. Di cosa parla lo spettacolo? Nessuno lo sa. Non esiste un filo conduttore in queste due ore di spettacolo. C’è però il meglio di dieci anni di Balasso: le battute, i monologhi tragicomici, i ragionamenti sul filo dell’assurdo, le riflessioni indignate contro il mondo. Lo spettacolo diventa così un’antologia comica durante la quale l’attore gioca con i diversi registri linguistici e tutte le varianti della risata: da quella sottile nata dai doppi sensi e dai giochi di parole, a quella più amara che sottolinea le miserie e i difetti umani, fino a quella di pancia, per cui si ride fino alle lacrime.
Iniziata nella prima metà degli Anni Novanta nei piccoli teatri dell’Emilia-Romagna, la carriera di Natalino Balasso si è divisa tra la partecipazione a trasmissioni tv come Zelig, che lo hanno fatto conoscere al grande pubblico con personaggi come l’attore porno e il professore Anatoli Balasz, e il teatro comico. Abbandonato il piccolo schermo, con l’inizio degli Anni Zero ha iniziato a lavorare per quello grande, diretto da registi come Carlo Mazzacurati, Gianni Zanasi e, ultimamente, Alice Rohrwacher in “Lazzaro felice”. Autore di tre romanzi, nel 2011 ha aperto “Telebalasso”, seguitissimo canale YouTube dal quale pronuncia i suoi discorsi di capodanno.

balasso galleria legnano – MALPENSA24