Albizzate, 29mila euro per non rinunciare ai centri estivi. «Basta penalizzare i ragazzi»

legnano centri estivi olgiati

ALBIZZATE – «Dopo tre mesi in casa per la chiusura delle scuole non possiamo dire ai nostri ragazzi di rimanerci ancora per tutta l’estate. Sarebbe inaccettabile». Con questa convinzione l’amministrazione comunale di Albizzate farà di tutto per non rinunciare ai centri estivi, momento di aggregazione imprescindibile nella fase evolutiva.

Fino a 29mila euro

Per questo motivo l’amministrazione guidata dal sindaco Mirko Zorzo ha deliberato ieri sera 29 maggio in consiglio comunale una variazione di bilancio per aggiungere ulteriori 20mila euro ai 9mila che solitamente vengono stanziati a supporto dell’attività estiva dei ragazzi. «Potevamo investire queste risorse in tanti modi, abbiamo deciso di destinarli ai nostri bambini», ha detto il primo cittadino. «Non possiamo dire ai ragazzi: ci rivediamo a settembre. Perché se c’è una categoria dimenticata in questi mesi dai Dpcm sono proprio loro».

Centro estivo anti-Covid

Ieri pomeriggio c’è stata una prima riunione in municipio per capire come rivoluzionare la consueta offerta estiva adattandola alle nuove prescrizioni per limitare la diffusione del Covid. Al tavolo il sindaco, l’assessore Cinzia Trombino (che in mattinata aveva seguito un webinar di Anci sul tema), la parrocchia, gli assistenti sociali e la dirigenza scolastica. Tutti gli attori in campo, insomma per trovare una soluzione. Le linee guida del governo sono molto stringenti e impongono la creazione di piccoli gruppi che non devono mai entrare in contatto tra loro. Oltre al consueto oratorio, dunque, verrà utilizzato ogni spazio a disposizione, compresi gli ambienti scolastici e la nuova area feste non ancora inaugurata se necessario.

L’area feste di Albizzate porterà il nome dell’ex sindaco Piotti, morto 10 anni fa

covid albizzate centri estivi  – MALPENSA24