Gallarate, il Maga nell’Olimpo dei musei: è fra i primi 100 in Italia

Stefano Cagol, Flu Power Flu, 2007, tubo al neon, 3 fasi di lampeggio di 5” cad., plexiglas, alluminio, simulazione.MA*GA Museum,

GALLARATE – Il Maga nell’Olimpo d’Italia: il museo d’arte contemporanea di Gallarate è infatti fra i primi 100 musei più visitati nel Belpaese, secondo la classifica pubblicata da una voce particolarmente autorevole nel settore, il Giornale dell’Arte. E che il Maga meriti di stare solo qualche gradino più in basso degli Uffizi o di Castel Sant’Angelo, lo dimostra anche il fatto che, per il 2019, il Ministero per i Beni e le attività culturali ha confermato l’inserimento del museo tra le 150 istituzioni italiane di rilevanza nazionale.

La classifica del Giornale dell’Arte

A rendere noto l’importante traguardo è stato l’assessore alla Cultura Isabella Peroni nel corso dell’ultimo consiglio comunale, sottolineando orgogliosamente come, nonostante il Maga sia messo ultimamente in discussione principalmente per la sua rendita economica, «riesca a conseguire lo stesso risultati significativi, proprio per il numero di visitatori, i servizi offerti, le mostre e gli orari di apertura al pubblico». La classifica del Giornale dell’Arte, vera Bibbia in ambito culturale, ha selezionato come ogni anno nel numero di aprile un elenco dei musei più visitati al mondo e in Italia: «Su una classifica di 5mila musei, il Maga è all’88esimo posto, fra i primi 100: un risultato che premia tutti gli sforzi che vengono fatti quotidianamente per ampliare e migliorare l’offerta del museo», conclude Peroni. E se in Italia a svettare sono gli Uffizi e la Galleria dell’Accademia di Firenze, davanti anche al museo romano di Castel Sant’Angelo, il Maga, pur con un numero di visitatori in calo rispetto al 2017, si attesta fra i primi 100. In linea ad esempio con il museo nazionale di Palazzo Venezia (Roma) e prima dell’Accademia Carrara di Bergamo.

«Continuiamo su questa strada»

Ancora successi: il Mibact ha confermato, anche per il 2019, l’inserimento del Maga fra le 150 istituzioni considerate di rilevanza nazionale: «Non si tratta, anche in questo caso, di un riconoscimento scontato – conclude Peroni – ma di un’ulteriore conferma dell’importanza e del valore dei progetti che vengono portati avanti. Per questo la strada da seguire è questa, continuando a dare sempre di più».

LEGGI ANCHE:

maga gallarate musei mibact – MALPENSA24