Moretti di SiAmo Fagnano annuncia la giunta. Tra gli assessori la novità è donna

siamo fagnano giunta assessori

FAGNANO OLONA – Giù il velo. In caso di vittoria di SiAmo Fagnano non ci sarà attesa per sapere quali saranno i nomi degli assessori. Il candidato sindaco Dario Moretti, infatti, ieri sera, venerdì 10 maggio, ha presentato i cinque che daranno forma alla sua giunta. E tra questi ci sono due donne, che di fatto rappresentano le novità. Per il resto i nomi sono conosciuti. Si tratta di persone che hanno già ricoperto ruoli amministrativi al Castello e che mettono a disposizione la loro esperienza.

Squadra e ruoli di governo

Marco Baroffio sarà il vicesindaco e assessore a Lavori Pubblici, Urbanistica e ambiente; Simona Michelon, assessore alla Pubblica Istruzione; Santi Di Paola assessore al Bilancio, Valeria Medde assessore alle Politiche Giovanili e allo Sport e Giuseppe Palomba, assessore ai Servizi Sociali e alla Cultura.

«La giunta scelta da Moretti – recita la nota ufficiale – riflette i caratteri stessi dell’intera lista SiAmo Fagnano. E’ espressione del senso civico e della volontà di compiere il bene comune per amore del paese, riesce a racchiudere in sé da un lato la giusta dose di esperienza, di conoscenze e di passati importanti, dall’altro l’anima più giovane e innovativa del gruppo con lo sguardo rivolto al futuro, alla Fagnano che vorremmo. È una squadra pienamente appoggiata e sostenuta dalla lista, una squadra che, in caso di vittoria, si metterà al lavoro fin dal giorno dopo le elezioni, perché crede nella politica al servizio dei cittadini, crede nella necessità di compiere il bene e il meglio per il proprio Paese, crede nel mettere la Persona al centro al fine di realizzare nel modo più concreto i principi sociali della solidarietà e della sussidiarietà ed essere di sostegno, completamento e guida per tutto ciò che di spontaneo emerge dalla libera iniziativa di ogni cittadino a favore della società».

L’onorevole Gadda tra il pubblico

Il voto è segreto, ma il sostegno che l’onorevole del Pd Maria Chiara Gadda dà in questa campagna elettorale un po’ meno. E’ risaputo che la dem di Fagnano dà il suo appoggio alla squadra di Moretti, anche se ieri sera la Gadda ha detto che la sua presenza era da semplice cittadina e non aveva alcuna valenza politica. Sta di fatto che in paese e sulle pagine social di Fagnano che seguono la campagna elettorale uno dei temi più dibattuti è proprio su “lista civica sì, lista civica no”. Un finto dilemma, poiché tutte, ma proprio tutte, le squadre in lizza hanno un’anima politica, checché ne dicano, e hanno lista candidati che hanno (o hanno avuto) tessere di partito. Accanto a un’anima civica, che tendono tutti sottolineare come preponderante. Insomma, “chi è senza peccato, ammesso che far parte di partito sia peccato, scagli la prima pietra”.

fagnano maria chiara gadda

Una serata “minestrone”

A SiAmo Fagnano non manca l’ironia. Tanto che all’accusa di chi li ha battezzati come “lista minestrone”, hanno risposto mettendo al centro del palco un bel cesto di verdure di stagione. E anche la serata di ieri è stata caratterizzata da differenti ingredienti, che hanno reso l’appuntamento frizzante e vivace. C’era la musica dal vivo, non sono mancati i video che hanno raccontato in breve i punti salienti del programma e, attraverso le foto, questo primo scorcio di campagna elettorale, c’erano i candidati che ci hanno messo la faccia, dichiarando senza timori e in barba alla scaramanzia, chi avrà ruoli cardine nella prossima amministrazione e c’era la gente che ha riempito la sala.

Sarà un testa a testa

Mancano ancora due settimane prima del silenzio elettorale, ma Santi Di Paola ha già fatto il suo appello al voto. «Quello per SiAmo Fagnano – ha detto al termine del suo intervento – sarà un voto utile e necessario. Con noi non ci sarà il rischio di commissariamento. Siamo una squadra unità, con le idee chiare, tanto che stiamo giocando l’intera campagna d’anticipo. Per primi abbiamo presentato il candidato, il programma e la lista. Per primi abbiamo perfino prenotato gli spazi elettorali e i luoghi dei nostri incontri. Però sarà una sfida avvincente. E dura. Un testa a testa, nel quale chi la spunterà lo farà per un pugno di voti».

di paola moretti fagnano

moretti siamo fagnano giunta – MALPENSA24