Esclusivo – Umberto Gandini: LBA sempre più competitiva, Varese spot per il basket

Openjobmetis Varese Gandini LBA
Umberto Gandini, presidente della Lega Basket serie A

BOLOGNA – E’ un Umberto Gandini a tutto campo nel suo ruolo di presidente della Lega Basket serie A. In una intervista esclusiva a Malpensa24 il massimo dirigente della “confindustria dei canestri” si dichiara molto soddisfatto per questa prima parte di campionato in termini di spettacolo, attrattività e competitività. Una risposta (indiretta) all’articolo di fondo di Andrea Tosi sulla Gazzetta dello Sport, che ha definito la qualità della competizione “non allenante per le squadre di Eurolega”. Il pensiero finale del presidente, a domanda specifica, è per la Openjobmetis Varese, che “oggi rappresenta uno spot per il basket moderno con il suo modo di giocare”.

Il campionato 2022/2023

E’ un campionato sempre molto competitivo, anzi direi ancora più competitivo rispetto a quello dell’anno scorso. Ci sono tante realtà che scendono in campo. La cosa bella è che tutte e 16 le squadre, nonostante i divari economici siano aumentati, danno vita a partite punto-a-punto e addirittura le portano ai supplementari. Sicuramente la competitività del campionato è in crescita e se ne avvantaggia lo spettacolo.

La Gazzetta dello Sport rilancia: campionato poco allenante per le squadre di Eurolega

Non condivido assolutamente questa tesi. Le squadre di Eurolega hanno roster lunghissimi e spesso fanno riposare in Italia i migliori giocatori che quindi, per definizione, non si possono allenare per la massima competizione continentale. Milano e Virtus possono ruotare e scegliere gli atleti a seconda delle circostanze. Questo è un dato di fatto. La LBA non si è mai conclusa con una squadra imbattuta, attualmente lo è la Virtus Bologna che adesso affronterà un calendario più complicato. E comunque domenica a Varese ha dovuto impegnarsi al massimo per vincere. La compressione della classifica, anche di fronte a evidenti differenze di budget, è lo specchio della competitività.

La comunicazione di Lega Basket e la diffusione su ogni canale

La Lega Basket sta assolutamente investendo sulla comunicazione sulla falsariga dell’anno scorso. Il nostro obiettivo è quello di aumentare gli utenti e di produrre tantissimi contenuti su tantissime piattaforme, prendendo come modello la Nba. E’ più facile raggiungere le persone da remoto per intercettare una platea che magari non ha ancora avuto occasione di apprezzare il campionato italiano. Per questo andiamo oltre alla parte agonistica del nostro sport, le schiacciate, le stoppate e i tiri da 3 punti. Cerchiamo di proporre storie di club e di personaggi che siano accattivanti per il grande pubblico generalista e che poi li possa trascinare di persona nei palasport.

Italbasket richiamo per la LBA

Certamente nella storia delle discipline di squadra una Nazionale vincente è il traino per definizione allo sport stesso. A maggior ragione quella di basket, che ha una storia vincente e che ha prodotto tanti grandissimi personaggi. Il nostro movimento contribuisce con ottimi giocatori e la qualificazione ai Mondiali darà ancora maggiore visibilità al nostro campionato. Paolo Banchero? Io vorrei concentrarmi su chi già c’è e che ha trascinato l’Italbasket ai risultati che conosciamo. Il campionato italiano era al quinto posto del ranking europeo e il movimento lo ha portato a diventare la terza forza. Qualcosa di buono vorrà pur dire.

La Openjobmetis Varese

Varese è una bellissima realtà di questo campionato ed una piazza storica che torna ad affacciarsi ai piani alti della classifica. Non solo Varese, ci sono anche Pesaro e Trento che sono un po’ le piacevoli sorprese dell’inizio di stagione. Qualcuno è leggermente più in difficoltà, ma ha tutto il tempo per riprendersi, come ci insegna la storia degli ultimi anni. La Openjobmetis sta giocando un basket divertente ed efficace, che costringe gli avversari ad adeguarsi ad un sistema diverso da quello che si vede in Italia e questo è da stimolo a tutti per crescere. Sul campo si vedono le squadre affrontarsi a viso aperto, lottare e segnare tanti punti. Un perfetto biglietto da visita per il basket moderno e per portare la gente nei palasport.

Gandini LBA Openjobmetis Varese – MALPENSA24