Ora i vip decollano dalla brughiera. Inaugurato il Malpensa Prime

malpensa prime terminal vip
Davide Calabresi - MSG Malpensa Spotters Group

MALPENSA – Lo utilizzeranno le principesse indiane, che atterreranno a Malpensa per sposarsi sul Lago di Como. Oltre a capi di stato, attori, imprenditori facoltosi che non dovranno più passare dal Terminal 2 per imbarcarsi sui loro jet privati. E’ il Malpensa Prime, il nuovo terminal dedicato alla Business & General Aviation inaugurato ufficialmente questa mattina, 23 luglio. Al taglio del nastro del nuovo spazio (nella fotogallery, gli scatti di Davide Calabresi – MSG Malpensa Spotters Group), presenti Armando Brunini, ad di Sea, Patrizia Savi, presidente di Sea Prime e Chiara Dorigotti, ad di Sea Prime.

Il mercato dei voli di lusso

La Lombardia è sempre più attrattiva dal punto di vista turistico. E Milano è la quindicesima città in Europa per movimentazioni d’affari. Non poteva dunque il secondo aeroporto d’Italia, non avere un terminal dedicato a quei passeggeri che sempre più, negli anni, arrivano a Malpensa in First e in Business e proseguono poi con elicotteri e jet privati per raggiungere le loro destinazioni in Italia ed Europa. La Business aviation è un comparto che ha generato, soltanto nel 2018, 85 milioni di euro di indotto: ogni passeggero paga, a volo, una luxury tass di 100euro.
Mentre Sea Prime ha chiuso l’anno con con 11,4 milioni di Euro di ricavi e 26 mila movimenti di aviazione generale (+2,5% su base annua), collocandosi al primo posto in Italia e al quinto in Europa per volumi di traffico gestiti. Una fetta di mercato importante in cui, da oggi, è presente anche Malpensa, come quarto aeroporto italiano a offrire un simile servizio dopo Linate appunto, Olbia Costa Smeralda e Roma Ciampino. «Con l’apertura del nuovo Terminal, Milano Prime è pronta ad accogliere i passeggeri dell’aviazione di affari attraverso le due porte di accesso alla città e al territorio – Linate e Malpensa – con livelli di servizio di eccellenza, consolidando la leadership in Italia e il posizionamento di quinta città in Europa per volumi di traffico», ha dichiarato Chiara Dorigotti.

Completa l’offerta di Sea

Il nuovo terminal dei vip, operativo già dal 15 luglio e per cui sono stati investiti complessivamente 5milioni di euro, raccoglierà una media di 50 movimenti al giorno. Il trimestre del Bridge (durante il quale a Linate continueranno a volare gli elicotteri) porterà i voli privati a superare i 100 giornalieri, accogliendo i passeggeri nella superficie di 1400 metri quadri, con 5 lounge, una meeting room, un parcheggio da 100 posti auto e un hangar da 5mila metri quadri, attivo già dal 2017 per il posteggio e la manutenzione degli aeromobili. I tempi di imbarco, grazie ai varchi di sicurezza dedicati, e il preavviso che può arrivare fino a due ore prima, sono praticamente brevissimi e garantiscono confort massimo a i passeggeri. Insieme al terminal Prime di Linate, così, quello di Malpensa completa l’offerta di Sea: «Una piccola infrastruttura che per Sea significa completare i propri servizi» ha aggiunto Brunini. «L’inaugurazione cade perfettamente a pochi giorni dalla chiusura di Linate – ha concluso Savi – ma anticipa in modo importante tutto il movimento che ci sarà per le Olimpiadi. Offriamo un’alternativa importante ai clienti e raccogliamo finalmente tutti quelli che prima sceglievano Lugano per spostarsi in Lombardia».

LEGGI ANCHE:

malpensa prime terminal vip – MALPENSA24