Pro Patria giornata no, il Pontedera passa allo Speroni: 0-3

BUSTO ARSIZIO –  Nella trentunesima  giornata del campionato di serie C 2020/21, la Pro Patria incappa nella quarta sconfitta casalinga della stagione (la settima in totale), venendo sorpresa 0-3 a domicilio dal Pontedera, in grado di violare lo “Speroni” con i gol di Stanzani al 33′, di Semprini al 65′ e di Magrassi al 77′.

In un mercoledì condizionato dal Covid (rinviate Olbia-Carrarese, Pergolettese-Lecco e Pistoiese-Juventus U23), i tigrotti di Javorcic, colpiti di rimessa alla prima controffensiva toscana dopo un salvataggio sulla linea di porta, non riescono a concretizzare l’ottimo avvio di ripresa (palo di Le Noci), per poi subire nel momento migliore l’uno-due mortifero dei granata di Ivan Maraia.

Una lezione fin troppo severa per i bustocchi che, in un sol colpo, vedono interrompersi tutte le proprie certezze, con la porta perforata dopo 319′ di imbattibilità e con la difesa che resta la migliore d’Italia ma ne incassa tre come solo la Juve Under 23 era riuscita a fare ai biancoblù nel girone d’andata.

Ma domenica si torna già in campo, a Grosseto, per dimenticare e lasciare alle spalle questo inatteso passaggio a vuoto.

Score

0-1 (33′): Su una ripartenza toscana, il bolognese classe 2000 Leonardo Stanzani, un po’ troppo indisturbato grazie anche  al movimento di Magrassi, lascia partire un sinistro chirurgico che sbatte prima su un palo, poi sull’altro ma alla fine termina in rete.

0-2 (65′): Milani serve Mauro Semprini che, dal limite dell’area, scarica il destro che piega le mani di Greco, non impeccabile.

0-3 (77′):  Milani e Semprini si muovono bene sulla sinistra, con Andrea Magrassi bravo e lesto a firmare il tris, anticipando Greco sul primo palo.

 

Inside the match

Con gli infortunati Ghioldi e Saporetti fuori causa, così come gli acciaccati Lombardoni e Parker, Molinari e Greco si rendono subito protagonisti di un brivido, così come il portiere toscano Sarri si complica la vita sul diagonale di Latte, servito da Le Noci, novità di giornata. In tema di brividi anche Nicco dà il suo contributo al quarto d’ora, con un forte retropassaggio, lisciato da Greco ma finito (fortunatamente) in corner.  Al 25′ Le Noci triangola con Galli, il cui sinistro non è il massimo: sul successivo corner, Caponi sulla linea di porta evita un gol già fatto, anticipando il tap-in di testa di Spizzichino. Dal possibile 1-0 si passa invece allo 0-1, quando al 33′ l’ex Primavera del Bologna Stanzani sblocca il risultato.

Al rientro dagli spogliatoi, la ripresa inizia con un gran numero sulla linea di fondo di Latte Lath (ma Spizzichino non riesce nella deviazione aerea) e con una magata di Le Noci, fuori d’un niente. La Pro ha un’altra marcia (gran palla di Le Noci per Cottarelli che calibra male il possibile assist), ma il Pontedera resiste, anche perché al 60′ il destro di Le Noci – su sponda di Spizzichino – si stampa sul palo. L’arbitro non interviene su un contatto dubbio fuori dall’area fra Greco e Magrassi, ma al 65′ i toscani fanno bis con Semprini, sul cui destro Greco non sembra esente da colpe. Javorcic, che in precedenza aveva inserito Masetti e Brignoli, cambia la coppia d’attacco (dentro Castelli e Kolaj), ma è il Pontedera a fare tris con Magrassi

Rating

Greco 5; Gatti 6, Boffelli 5.5, Molinari 6; Cottarelli 5.5 (12′ st Masetti 5.5), Spizzichino 5.5, Bertoni 5.5, Nicco 5.5 (36′ st Colombo sv), Galli 5.5 (12′ st Brignoli 5.5); Le Noci 6 (22′ st Castelli sv), Latte Lath 5.5 (22′ st Kolaj sv). Javorcic: 5.5.

MVP

Lontani, ma vicini. Anche i tifosi della Pro Patria, così come tutto il mondo del calcio, si sono uniti al cordoglio per la scomparsa di Antonio Vanacore, allenatore in seconda della Cavese stroncato dal Covid all’età di 45 anni e ricordato su tutti i campi della serie C con un minuto di raccoglimento. La squadra campana, nei cui quadri dirigenziali figura l’ex diesse tigrotto Francesco Lamazza, nelle scorse settimane era stata colpita da un focolaio che, oltre ad interessare diversi giocatori, aveva contagiato anche il vice di Campolongo, tanto da costringerlo al ricovero nel reparto Covid dell’ospedale San Giovanni di Dio a Frattamaggiore, dove Vanacore (con un passato da calciatore nelle file di Benevento, Catanzaro, Casertana, Juve Stabia e Potenza) martedì pomeriggio è purtroppo spirato, lasciando la moglie e i due figli.

Stats

La difesa della Pro Patria, pur con 21 centri al passivo, resta la migliore d’Italia (in coabitazione col Sudtirol); la porta biancoblù, inviolata da quattro turni consecutivi (dal match col Como), viene perforata dopo 319′. E per la seconda volta in stagione la Pro Patria subisce tre reti in una sola partita.

Mix Zone

Match report

Pro Patria-Pontedera: 0-3 (0-1)
Marcatori: 33′ p.t. Stanzani, 20′ s.t. Semprini, 32′ s.t. Magrassi.

PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Greco, 6 Gatti, 13 Boffelli, 5 Molinari; 7 Cottarelli (12′ s.t. 26 Masetti), 17 Spizzichino, 14 Bertoni, 20 Nicco (36′ s.t. 21 Colombo), 3 Galli (12′ s.t. 8 Brignoli); 10 Le Noci (22′ s.t. 11 Kolaj), 24 Latte Lath (22′ s.t. 30 Castelli). A disposizione: 12 Mangano, 22 Di Lernia, 2 Compagnoni, 15 Pizzul, 16 Fietta, 25 Ferri, 31 Vaghi. All. Javorcic.

U.S. CITTÀ DI PONTEDERA (3-5-1-1): 1 Sarri; 5 Risaliti, 18 Piana, 6 Benassai; 2 Milani (37′ s.t. 3 Ropolo), 4 Bardini (10′ s.t. 20 Benedetti), 8 Caponi, 10 Barba, 25 Vaccaro (1′ s.t. 21 Perretta);  17 Stanzani (10′ s.t. 7 Semprini), 9 Magrassi (37′ s.t. 27 Benericetti). A disposizione: 12 Angeletti, 30 Di Furia, 19 Pretato, 23 Matteucci. All. Maraia.

ARBITRO: Stefano Milone della Sezione di Taurianova (Giuseppe Trischitta della Sezione di Messina e Emilio Micalizzi della Sezione di Palermo. Quarto Ufficiale Michele Molinaroli della Sezione di Piacenza).

NOTE -Giornata fresca e serena. Terreno di gioco in buone condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”. Angoli: 5 – 3. Recupero: 2′ p.t. – 4′ s.t. Ammoniti: Boffelli, Colombo (PPA).

Next match: a Grosseto

Un’altra squadra toscana sul cammino della Pro Patria, ma stavolta in trasferta, peraltro la più lunga della stagione. Domenica 21 marzo i tigrotti di Javorcic fanno tappa in Maremma, in casa del Grosseto, squadra in grado nel match d’andata di strappare lo 0-0 a Busto, complice gli errori di mira sotto porta dei biancoblù.

Uyba, impresa in Champions: Vakif ribaltato al tie-break. Busto sogna la finale

Pro Patria Pontedera – MALPENSA 24