Pro Patria-Triestina: 2-1. Gol di Stanzani e Piu, gemellaggio fra tifosi e un lutto

Dopo 43 giorni Alessandro Piu è ritornato al gol (foto Marco Giussani - Aurora Pro Patria 1919)

BUSTO ARSIZIO – In una domenica all’insegna del gemellaggio fra le tifoserie, tigrotta e alabardata, la Pro Patria completa il dì di festa centrando una vittoria autoritaria 2-1 sulla Triestina grandi firme di Pavanel.

Il risultato finale, figlio di un primo tempo praticamente perfetto dei biancoblù, a segno con le reti di Stanzani al 5′ e Piu al 38′ (di Ganz su rigore al 94′ la rete dei giuliani), consente ai bustocchi di Vargas di mettere così alle spalle un periodo difficile sotto il profilo dei risultati (quattro sconfitte nelle ultime cinque, Coppa compresa), ritornando a battere i biancorossi dopo 21 anni.

Con la quinta vittoria in campionato (la quarta interna), i tigrotti si rilanciano anche in classifica, compiendo tre importanti passi in avanti, in vista del sentitissimo Derby del Ticino di sabato al “Piola” di Novara.

Unica nota stornata della giornata, come sottolineato nel post partita dalla Pres biancoblù, visibilmente scossa, la prematura scomparsa al Cairo di Micaela Ferrario, 28enne nuora del tifosissimo biancoblù Feroce, dal nome del ristorante dove i giocatori biancoblù sono di casa.

1° tempo: Stanzani e Piu

Con ancora nove giocatori indisponibili (Brignoli, Caluschi, Ghioldi, Lombardoni, Fietta, Molinari, Parker, Rossi e lo squalificato Sportelli) la Pro Patria sblocca il risultato al primo affondo: al 5′, su una palla persa e poi recuperata da Vezzoni, Piu assiste Leonardo Stanzani che, da sotto misura, firma l’1-0. Per l’ex Bologna è il quarto gol stagionale, il quarto in neanche tre settimane. Dopo una lunga fase di buoni fraseggi, ma senza occasioni da rete, la Pro raddoppia al 38′: un contrasto di Gori con Bertoni innesca involontariamente Alessandro Piu che, davanti a Pisseri, incrocia nell’angolino alto: è il 2-0. Il friulano ritorna così al gol – il terzo personale – dopo oltre un mese e mezzo.

2° tempo: palo di Furlan, gol di Ganz

All’intervallo sul 2-0, in avvio di ripresa Stanzani impegna Pisseri ad una difficile parata bassa. Con la Triestina a fare la partita per recuperare il doppio svantaggio, mister Vargas, per allentare la pressione (seppur sterile), prima inserisce Perotti per Stanzani, poi Castelli e Pitou per Bertoni e Piu. Furlan al 32′, dopo un precedente salvataggio di Perotti, coglie la base del palo. Il gol alabardato sembra nell’aria, ma Del Favero dice no al colpo di testa di Ganz. In tempo di recupero, al 49′, su rigore arriva il gol del 2-1 di Simone Ganz, figlio di Maurizio. Nonostante i 2′ assurdi ulteriori minuti di recupero da parte di Delrio (figlio dell’ex Ministro), finisce 2-1.

Le pagelle: Piu superbo

Del Favero 6.5; Vaghi 6.5, Boffelli 7, Saporetti 6.5; Vezzoni 6.5, Nicco 6.5, Bertoni 6.5 (31′ st Pitou sv), Ferri 6.5, Ndrecka 6.5 (dal 41’st Piran sv); Stanzani 7 (20′ st Perotti 6), Piu 7.5 (31′ st Castelli sv). Allenatore: Vargas: 6.5

In & out: Busto e Trieste

Pro Patria-Triestina, Busto-Trieste. Anche se il ricordo va inevitabilmente a quel maledetto playoff del 7 giugno del 1998, deciso dall’arbitro Tiziano Pieri (OUT), fra tigrotti e greghi c’è un legame che va oltre i risultati. Un grido libero che unisce due tifoserie, gemellate da ben 45 anni: da quel 30 ottobre del 1977 (IN), nel giorno della morte di Renate Curi. Un’unione che ha resisto negli anni, come impresso nello striscione di benvenuto per i 50 cuori bustocchi giunti nella scorsa stagione al “Nereo Rocco” in un mercoledì di lavoro: “Passano le generazioni ma è come all’inizio… Trieste e Busto Arsizio“. E come ribadito allo “Speroni”: “Le amicizie vere non tramontano, col passare del tempo s’impongono

Il tabellino

Pro Patria-Triestina: 2-1 (2-0)

Marcatori: Stanzani (P) al 5’pt, Piu (P) al 38’pt, Ganz (T) su rigore al 49’st

PRO PATRIA 1919 (3-4-2-1): 1 Del Favero; 2 Vaghi, 13 Boffelli, 4 Saporetti; 11 Vezzoni, 10 Nicco, 14 Bertoni (32′ s.t. 32 Pitou), 25 Ferri, 3 Ndrecka (42′ s.t. 18 Piran); 7 Stanzani (20′ s.t. 21 Perotti), 27 Piu (32′ s.t. 30 Castelli). A disposizione: 12 Mangano, 17 Citterio, 20 Gavioli, 26 Chakir. All. Vargas.

TRIESTINA (4-2-3-1): 12 Pisseri; 13 Ciofani (36′ s.t. 21 Iacovoni), 30 Di Gennaro, 6 Sottini, 74 Sarzi (11′ s.t. 99 Felici); 5 Gori, 8 Pezzella (30′ s.t. 20 Lollo); 19 Paganini (36′ s.t. 32 Sabbione), 18 Minesso (11′ s.t. 10 Petrelli), 7 Furlan; 9 Ganz. A disposizione: 1 Mastrantonio, 22 Pozzi, 2 Ghirlandi, 4 Galliani, 23 Rocchi, 24 Pellacani, 31 Rocchetti.

ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia (Mattia Festa della Sezione di Avellino e Alessandro Munerati della Sezione di Rovigo. Quarto Ufficiale Mario Leone della Sezione di Avezzano).

NOTE – Giornata mite e serena. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 800ca. Angoli: 1 – 3. Recupero: 1′ p.t. – 5′ s.t. Ammoniti: Di Gennaro, Furlan, Ganz, Pavanel (TRI); Vaghi, Bertoni (PPA).

Next match: sabato il derby del Ticino

Se non è la sfida più attesa del campionato, poco ci manca. Sabato torna il Derby del Ticino, con i tigrotti attesi al “Silvio Piola” di Novara non all’ora di pranzo, ma alle 17.30. Una classica per cui il Centro Coordinamento Tifosi ha organizzato un pullman (per info e adesioni 3470930411).

Pro Patria Triestina Stanzani Piu – MALPENSA 24