Reddito di cittadinanza, Palumbo: «Un sussidio del divano pagato dai lombardi»

Reddito di cittadinanza palumbo

MILANO – «Il reddito di cittadinanza è un’umiliazione fiscale per i contribuenti lombardi che, per mantenere questo ennesimo carrozzone, sborseranno una sorta di tassa di 218 euro all’anno». Cosi dichiara il consigliere regionale lombardo Angelo Palumbo (Forza Italia).

Le tasche dei lombardi

«Andando oltre ai mille aspetti, già trattati da molti, che rendono il mio giudizio su questo strumento totalmente negativo», Palumbo ha voluto  analizzare l’impatto economico di questa manovra per i contribuenti lombardi.  La domanda è: il reddito di cittadinanza è un bene o un male per le loro tasche? «Il provvedimento richiede, per 12 mensilità, un investimento del governo di circa 10 miliardi. Tenuto conto che la Lombardia versa a Roma oltre il 22% del totale del gettito IRPEF (dati ministeriali elaborati dalla CGIA di Mestre), vuol dire che ai contribuenti lombardi viene chiesto un contributo di 2 miliardi e 200 milioni di euro per finanziare il reddito di cittadinanza. I nuclei famigliari della Lombardia che beneficeranno del provvedimento saranno circa il 5% delle famiglie, contro il 20% di altre zone dell’Italia (dati rilevati dalle tabelle ISEE). Questo dato raffrontato su scala nazionale vuol dire che in Lombardia non arriverà più dell’10% dei fondi stanziati. E, il 10% di 10 miliardi sono 1 miliardo di euro».

Una tassa occulta di 218 euro

Ricapitolando quindi i dati, i contribuenti lombardi versano  2 miliardi e 200 milioni per pagare il Reddito di cittadinanza e ne ricevono indietro 1 miliardo. «Il residuo fiscale negativo di questa manovra – conclude il forzista di Cassano – per la regione Lombardia è di 1 miliardo e 200 milioni che, diviso per i  suoi 5 milioni e mezzo di contribuenti, vuol dire che ogni contribuente lombardo pagherà in media 218 euro all’anno per contribuire al sostegno del reddito di cittadinanza. Da consigliere regionale della Lombardia non posso accettare questa ulteriore umiliazione fiscale nei confronti dei nostri concittadini».

2019_02_12_RdC

Ogni contribuente lombardo paga in media 218 EURO all’anno per “mantenere” il Reddito di Cittadinanza… L’ennesima UMILIAZIONE FISCALE per i Lombardi !!! #CondividiPerInformare

Pubblicato da Angelo Palumbo su Martedì 12 febbraio 2019

Reddito di cittadinanza palumbo – MALPENSA24