Busto, molestie e persecuzioni alle ex: due nei guai nella notte contro la violenza

polstrada ladri autolaghi refurtiva

BUSTO ARSIZIO – Alcol e violenza: nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne sono stati gli agenti della polizia di Stato a rimarcare quanto il problema sia diffuso. Due ex sono finiti nei guai: uno raggiunto da un provvedimento di allontanamento, l’altro arrestato in flagranza sorpreso a orinare sulla porta di casa della ex compagna. I risvolti di entrambe le vicende sono emblematici di quanto gli uomini abbandonati non si arrendano mai. Nemmeno dopo essere stati puniti.

Era già stato condannato per i maltrattamenti

Nel primo caso gli agenti del commissariato di Busto Arsizio hanno notificato a un trentasettenne bustese, italiano, un provvedimento di divieto di avvicinamento alla ex compagna. L’uomo è recidivo. Nel 2015 era già stato arrestato dai poliziotti e condannato per lo stesso reato. Alla ex, però, nonostante tutto non vuole dare tregua. Ubriaco dalla mattina alla sera il trentasettenne ha continuato nelle sue vessazioni, seguendo la vittima e aggredendola fisicamente in più occasioni. Sino a quando non è arrivato il nuovo provvedimento che gli vieta di avvicinarsi alla donna. Lo rispetterà? A quanto pare nemmeno un arresto e una condanna lo hanno sinora fermato.

Ha orinato sulla porta della ex

Il protagonista del secondo episodio, arrestato per ora con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, si è presentato alle 3.30 di domenica 25 novembre a casa della ex. Era ubriaco fradicio e ha iniziato a prendere a pugni la porta dell’abitazione della vittima pretendendo di entrare. La donna, terrorizzata e che aveva già denunciato l’ex per aggressioni e atti persecutori, ha chiamato immediatamente il 112. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti di Busto Arsizio. Quando i poliziotti sono arrivati il quarantaduenne stava orinando sulla porta della vittima. Alla vista degli uomini del commissariato ha dato in escandescenza aggredendoli. A uno degli agenti ha morso una man, colpendo un altro poliziotto con una gomitata, il tutto accompagnato da minacce di morte. L’uomo è stato arrestato d’intesa con il pubblico ministero di Busto Chiara Monzio Compagnoni. Arresto convalidato questa mattina. La posizione dell’uomo, vista la precedente denuncia a suo carico, è però destinata a aggravarsi.

busto molestie violenza – MALPENSA24