Giorgetti sulle amministrative: «C’è tempo». Sul palaghiaccio: «I soldi li ho dati»

giancarlo giorgetti

VARESE Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico, alla Schiranna parla del meteo, della pioggia, di quanto fa bene al lago e dribbla sullo stallo politico nel centrodestra della provincia di Varese. «Non me ne occupo – dice – ora ho un altro ruolo. E comunque c’è tempo». Insomma sulle acque del lago sono in corso gli Europei di canottaggio, gli atleti in gara affondano il remo, ma il ministro sceglie una disciplina sciistica: lo slalom.

Su Varese c’è tempo. Oggi protagonisti dello sport europeo

Giancarlo Giorgetti è l’ultimo ad arrivare. Concede qualche battuta alla stampa, mentre si avvicina alla tribuna e al palco delle premiazioni. Argomento le elezioni amministrative in provincia di Varese e lo stallo del centrodestra. Con Forza Italia che non arretra e chiede di avere un candidato sindaco in una delle tre grandi città. Dove in realtà le caselle sono già occupate. «Non mi occupo di questo», dice. E poi aggiunge: «C’è ancora tempo». Insomma partita tutta da giocare.

Giorgetti sull’evento Europei

«Oggi per fortuna piove. E questo fa bene al lago», dice guardando le acque e la sponda della sua Cazzago che sta sull’altra riva, di fronte alla Schiranna. Giorgetti del resto è un laghèe e non perde l’occasione per dedicare un pensiero al suo lago. E sugli Europei: «Varese è protagonista con questo evento. Ricordo che qui ho avuto il battesimo da sottosegretario al ministero dello Sport. Proprio come oggi Valentina Vezzali».

Da uno sport all’altro

Il ministro ha parlato anche del palaghiaccio di Varese: «Io i soldi li ho destinati. Adesso bisogna solo attendere che facciano i lavori. Le società sportive in difficoltà? Lo so, però devono avere pazienza». E sulla pista alternativa: «Lo so. Forse bisognava pensarci prima. Sarebbe servito un coordinamento. Però qui c’è l’assessore regionale allo Sport, si potrebbe chiedere un finanziamento alla Regione».

Parterre de roi

E’ affollata la tribuna d’onore della Schiranna. A fare gli onori di casa il sindaco Davide Galimberti (presidente del Comitato organizzatore dell’evento). E accanto a lui arrivano il ministro del Tursimo Massimo Garavaglia, il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, il sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali, il presidente della Regione Attilio Fontana, l’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, l’assessore regionale Raffaele Cattaneo, il candidato sindaco del centrodestra Roberto Maroni, i deputati Matteo Bianchi (Lega), Gianfranco Librandi (Italia Viva), Maria Chiara Gadda (Italia viva), il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti. E ancora: Mirko Reto, responsabile elettorale della Lega su Varese, Paolo Mazzucchelli, presidente di Alfa. Tra le istituzioni non politiche erano presenti il prefetto Dario Caputo, il questore di Varese Michele Morelli, il presidente di Camera di Commercio Fabio Lunghi e i vertici delle forze dell’ordine.

Non sono poi mancati i numeri uno delle società sportive del territorio. Tra questi c’erano il presidente del Varese calcio Stefano Amirante, il presidente della Pro Patria Patrizia Testa, ma anche i vertici delle società del ghiaccio, della pallanuoto, della ginnastica artistica e del nuoto e della Pgs.

LEGGI ANCHE:

Candidati, Lega e Fratelli d’Italia tengono duro. Forza Italia pure