Gorrasi: “La maggioranza di Busto tiene e Marsico è una risorsa per FI”

BUSTO ARSIZIO – «Avanti così, perché è il momento di raccogliere i frutti del grande lavoro fatto dalla giunta Antonelli». Parola di Carmine Gorrasi, consigliere comunale incaricato per i rapporti con Agesp e commissario cittadino di Forza Italia. Ma gli argomenti sul tavolo non mancano e si va dai rapporti con la Lega e le altre forze politiche di maggioranza, al dialogo con le minoranze, senza dimenticare Agesp, ma anche i rapporti interni in casa forzista, soprattutto in vista della nascita dell’associazione che avrà come punto di riferimento provinciale Luca Marsico.

Gorrasi, partiamo dallo stato di salute della maggioranza. Rimpasto si, rimpasto no o rimpasto forse?
Facciamo un passo indietro e diciamo subito che in questo momento non c’è alcun accordo con nessuno. Se non quello in essere con la Lega e le altre forze di maggioranza. In queste settimane ho avuto modo di parlare e conoscere meglio Francesco Speroni. Con lui si è instaurato un ottimo dialogo e, davanti a un problema, si riesce sempre a trovare le quadra. Insomma, credo che la maggioranza sia unita.

Ma forse non tranquilla…
Allora partiamo dalle famose assenze nel consiglio del bilancio, che erano tutte giustificate, alcune dovute a imprevisti dell’ultima ora, ma in ogni caso non organizzate. Insomma diciamo che l’apparenza inganna. Io però preferisco guardare alla realtà e questa dice che Busto è governata da un sindaco e da una squadra di assessori che alle parole preferiscono i fatti. Che certo non mancano, sono lì, sotto gli occhi di tutti i cittadini.

Quali ad esempio?
Siamo a un momento cruciale del mandato e nelle prossime settimane abbiamo l’opportunità di raccogliere i frutti. Qualche obiettivo l’abbiamo raggiunto, quale l’acquisizione della caserma. Altri arriveranno: la variante del Pgt, l’aggregazione del gruppo Agesp. Insomma questa maggioranza più che criticata va sostenuta.

Si riferisce a Busto Grande o a Fratelli d’Italia?
Lo dico in generale, anche perché Busto grande pur essendo uscita dalla maggioranza ha sempre avuto un atteggiamento di dialogo. Certo loro continueranno a votare delibera per delibera, ma non hanno mai fatto mancare il proprio voto e noi continueremo a coinvolgerli. Stesso discorso vale per Fratelli d’Italia, la cui consigliera siede nel gruppo misto, ma è sempre parte della maggioranza. Con il loro referente Checco Lattuada il dialogo è aperto.

Però tenete anche aperto uno spiraglio a Busto al centro. Non è così?
No, non è così. Se tra qualche mese ci sarà qualcuno che esprimerà il desiderio di partecipare alle scelte di questa maggioranza affronteremo il discorso. Oggi però non dobbiamo dare risposte a nessuno. Lo ripeto, testa bassa e continuiamo a lavorare per la città.

Intanto però la dialettica interna a Forza Italia potrebbe anche cambiare. Qual è la situazione dentro al partito?
Tranquilla: abbiamo un gruppo consigliare coeso, abbiamo aperto un dialogo con tutti. Le correnti interne? Non vedo quale sia il problema. Ci sono sempre state, ma quel che conta è non fare mancare il proprio sostegno.

Insomma la nascita dell’associazione di Luca Marsico, alla quale molti forzisti di Busto pare abbiamo già aderito, non la preoccupa?
Finché non vedo non posso giudicare. Luca Marsico è una risorsa per tutta Forza Italia e spero che continui a esserlo. Non solo. Credo che se questa associazione porterà nuove idee ed entusiasmo tutto il partito ne potrà trarre giovamento.

 

gorrasi-maggioranza-busto-MALPENSA24