Nuovo ospedale, da Castiglioni (BaC) no al dibattito: «Rischia di rimetterci Busto»

BUSTO ARSIZIO – «Nuovo ospedale, le posizioni ormai sono chiare: un incontro pubblico creerebbe solo confusione. Nessuno ne trarrebbe vantaggio, rischiererebbe di rimetterci solo la città». Pollice verso alla proposta di un dibattito tra i candidati sindaco sul progetto del nuovo ospedale di Busto-Gallarate, avanzata da Gigi Farioli, arriva dal “portacolori” di Busto al Centro Gianluca Castiglioni. Una posizione che si avvicina a quella dell’assessore regionale di Noi con l’Italia Raffaele Cattaneo: l’argomento del nuovo ospedale, questo il ragionamento di Castiglioni, «è troppo importante» per essere “dato in pasto” al «clima sbagliato di una campagna elettorale».

Sarebbe dunque inutile e superfluo confrontarsi sul tema del nuovo polo ospedaliero prima del voto. È un «richiamo al buon senso e agli interessi della città» quello di cui si fa portavoce il candidato sindaco di BaC: «Le posizioni sono oramai chiare e nulla di concreto si aggiungerebbe». D’altra parte Castiglioni rivendica la concretezza della propria, di campagna elettorale: «Ormai è un derby tra persone, in cui nessuno parla di programmi tranne noi».

La nota di BaC

Si è accesa in questi giorni una polemica attorno alla mancata discussione fra le parti in campo circa il progetto “nuovo ospedale” e, contrariamente alla mia natura, non posso non inserirmi dall’intervenire dato che il tema, per la mia professione medica, mi tocca e mi coinvolge particolarmente.
La campagna in corso ha assunto la caratteristica di un derby calcistico fra persone e, arrivati quasi alla metà del percorso, nessuno parla di programmi salvo Busto al Centro che sta cercando, con un duplice intervento settimanale trasmesso anche sulla nostra pagina di FB, di mettere al corrente la cittadinanza sulle proprie idee.
In questo clima si inserirebbe il dibattito relativo all'”ospedale” ricordando comunque che le posizioni dei candidati sindaci sono ed erano ben chiare ancor prima della campagna elettorale.
Antonelli, Farioli ed il sottoscritto, pur con vari “alert”, si sono sempre dichiarati favorevoli al progetto; Maggioni, per ragioni esclusivamente elettorali, è passato da una posizione moderatamente favorevole ad una posizione negativa così come gli altri rappresentanti della sinistra.
Ritengo che l’argomento sia di così elevata importanza che messo sul tavolo di un incontro pubblico rischierebbe di venir interpretato nel clima sbagliato di una campagna elettorale, dove prevarrebbe il ben più banale obbiettivo di superarsi fra candidati, rischiando competizione anche fra chi è della medesima opinione e creando un errato sentore di confusione fra i cittadini e soprattutto verso chi ha il governo della materia: la Regione. Probabilmente nessuno avrebbe un reale vantaggio, di sicuro chi rischierebbe di rimetterci è la città, che sull’argomento si gioca molto della propria rilevanza territoriale e della sua efficienza sanitaria.
Ripeto: le posizioni sono oramai chiare e nulla di concreto si aggiungerebbe; la cosa importante è che, ad elezioni concluse, il tema abbia la massima priorità all’interno della città e nei rapporti con la vicina Gallarate.
Da parte mia non è uno sfuggire ad una discussione nella quale mi sentirei assolutamente a mio agio, il mio vuole essere un richiamo al buon senso e agli interessi della città, cosa verso la quale tutti i candidati dovrebbero essere sensibili.
Gian Luca Castiglioni – Candidato sindaco Busto al Centro

Ospedale Busto-Gallarate, Cattaneo: «La decisione solo dopo le elezioni»

busto arsizio centro castiglioni ospedale – MALPENSA24