Rigenerazione urbana, Regione Lombardia finanzia Gallarate, Legnano e Busto

MILANO – Bando per la rigenerazione urbana, Regione Lombardia finanzia 12 progetti per un totale di 150 milioni di euro: oltre alle già previste Gallarate e Legnano, entra anche Busto Arsizio per il rotto della cuffia (era 12esima in graduatoria), mentre viene confermata la bocciatura per il capoluogo Varese. La “classifica” era stata svelata nei giorni scorsi: la città meglio piazzata era Legnano, sesta, con interventi sulle scuole e sui collegamenti per gli studenti, Gallarate era risultata ottava con il progetto per il nuovo polo scolastico tra Cajello e Cascinetta, mentre Busto Arsizio, 12esima, punta al completamento del nuovo polo dell’area delle Nord.

La presentazione

Domani, martedì 27 aprile, a palazzo Lombardia il governatore Attilio Fontana e l’assessore agli enti locali Massimo Sertori illustreranno in conferenza stampa i 12 progetti che saranno finanziati a seguito della “manifestazione di interesse” regionale riguardante lo “Sviluppo sostenibile e la coesione sociale nelle aree urbane“, per un totale complessivo di 150 milioni di euro. Gli interventi sono stati selezionati anche grazie all’assistenza tecnica del Politecnico di Milano. Saranno presenti sindaci e assessori dei comuni di Bergamo, Brescia, Busto Arsizio, Cinisello Balsamo, Gallarate, Legnano, Mantova, Milano, Monza, Pavia, Rho e Sondrio.

I progetti

I primi 12 progetti in graduatoria hanno chiesto circa 169 milioni di euro di cofinanziamento regionale, ma Palazzo Lombardia annuncia di aver messo a disposizione 150 milioni di euro. Si scoprirà solo domani quanto sarà la cifra esatta di copertura per ciascuno dei progetti che verranno “premiati”.

Gallarate ha chiesto 14,5 milioni di euro sul progetto “Grow 29”, che cuba in tutto 15,9 milioni, per un intervento di riqualificazione di ampio respiro tra i quartieri di Cajello e Cascinetta che interesserà le scuole e una serie di palazzi popolari e prevede, tra l’altro, la realizzazione di un palazzetto dello sport.

Legnano ha chiesto 15 milioni di euro, il massimo possibile, per un progetto da 15 milioni e 80mila euro intitolato “La scuola si fa città” che prevede interventi sugli edifici scolastici nell’area Gorizia-Canazza, ma anche sui collegamenti (con il progetto di una “bicipolitana”) e gli spazi a disposizione dei ragazzi, tra cui orti cogestiti.

Anche Busto Arsizio puntava al massimo, 15 milioni di euro, per un intervento da 19,8 complessivi, intitolato “Breathe generations”, che intende completare il nuovo polo urbano dell’area delle Nord con la riqualificazione dell’area mercato, la creazione di un centro polifunzionale all’ex comando di polizia locale di viale Piemonte e del nuovo ITS dedicato alla logistica sostenibile all’ex macello civico di via Magenta.

Rigenerazione urbana, a Gallarate primo sì. Busto e Varese verso la bocciatura

lombardia busto arsizio gallarate legnano – MALPENSA24