Bagno di folla a Malpensa per le ragazze terribili della nazionale di volley

malpensa nazionale volley

MALPENSA – Ore 18.45 l’area arrivi B dell’aeroporto di Malpensa esplode in un boato. Sono decine e decine di giovanissime pallavoliste a scandire un «Grazie-ragazze» da far venire i lucciconi. L’aereo della nazionale femminile italiana di Volley è atterrato da oltre 30 minuti. Con le giovani atlete arrivate da tutta la provincia di Varese e non solo, ci sono tantissimi appassionati di pallavolo. Oltre ai famigliari delle ragazze, mescolati in mezzo a una festa stupenda.

Centinaia di giovanissime pallavoliste ad accogliere ItalVolley

Davanti all’uscita degli arrivi giovanissime di ogni età hanno creato due ali di folla. Le prime file reggono un lungo striscione dalla scritta inequivocabile: «Grazie ragazze». Poi si intona l’inno di Mameli in attesa che le ragazze terribili guidate da capitan Cristina Chirichella arrivino per essere festeggiate come meritano. Le accoglie un lunghissimo applauso. Mani tese per una foto, un autografo sulla maglietta della squadra in cui l’atleta di turno sogna un giorno di indossare la maglia azzurra. Le vice campionesse del mondo, le ragazze d’argento massiccio che ieri quell’argento lo portavo tutte con giusta fierezza al collo, si fanno coccolare da tutto quell’affetto.

Selfie e autografi con la nazionale che unisce

Hanno fatto un impresa. Da 16 anni il volley femminile italiano non vinceva una medaglia. Si sono battute come leonesse e l’accoglienza ricevuta oggi, domenica 21 ottobre a Malpensa, se la meritano tutta. Le ragazzine che le attendono giocano in società diverse. Sul campo sono avversarie. Ieri, mentre stringevano in mano mazzi di fiori tricolore, si raccontavano dell’ultima partita. Dell’ultima vittoria. Dell’amarezza della prima sconfitta. Tutte con la maglietta azzurra, tutte vicine ad inseguire un unico sogno: essere come questo dream team rosa. Una nazionale che combatte e unisce.

malpensa nazionale volley- MALPENSA24