Basket serie B: 2021 in rosso per Robur e Sangio

Basket serieB RoburVarese Sangiorgese
coach Guido Saibene

VARESE – Prosegue il campionato di basket di serie B. Le due squadre della nostra zona (Robur et Fides Varese e Sangiorgese) sono reduci da due sconfitte consecutive nel 2021 e ora, nei prossimi turni casalinghi, hanno l’imperativo categorico di interrompere il trend negativo.

Coelsanus Robur Varese, doppio stop

La Robur si ferma dapprima in casa contro Fiorenzuola (66-69) e poi sul campo di Vigevano (67-46). “Certamente le assenze numerose hanno influito – il commento di coach Guido Saibene (nella foto) – ma non deve essere una giustificazione per le sconfitte, anche perché è buona norma affidarsi a chi c’è. Pur nel momento negativo ci prendiamo la soddisfazione di vedere un pulcino che ha messo la testa fuori dal nido. Mi riferisco al nostro giovane del 2001 Andrea Calzavara, che adesso è conosciuto: deve migliorare le letture e le scelte di gioco, anche se ne apprezzo l’aggressività e l’intraprendenza che mette sul parquet. La valorizzazione dei ragazzi sta riprendendo e fa parte del DNA della Robur, quello di formare giocatori per i livelli più alti. Nel contempo cerchiamo di portare il nostro settore giovanile sui livelli che gli competono. Purtroppo siamo una squadra in sofferenza, con i 3 senior che segnano 6 punti in tutto e con il peggior attacco della serie B: certo, ci aggrappiamo alla difesa, ma il nostro non è un problema di immediata risoluzione”.

Robur: next stop contro Pavia

Per il girone B2, la Robur tornerà in campo sabato 16 gennaio alle ore 20.45 al Campus contro l’Omnia Basket Pavia. “Sarà durissima – la previsione di coach Saibene – anche dal punto di vista psicologico. E’ difficile per ragazzini di 20 anni prendersi sulle spalle la squadra che ha una situazione di classifica complicata, avendo contro giocatori che hanno fatto la serie A. La mia preoccupazione non è tanto vincere o perdere, ma soprattutto formare giocatori per il futuro, secondo la tradizione della Robur. Faticheremo a salvarci e dovremo aspettarci tante lacrime e sangue. Pavia sta riprendendo fiducia, con qualità diffusa a livello offensivo”.

LTC Sangiorgese: sconfitta con la capolista e in Sicilia

Doppio stop per la Sangiorgese, costretta ad alzare bandiera bianca in casa contro la capolista Vaporart Bernareggio (55-83) e in trasferta sul campo della Virtus Ragusa (70-63). Netto il divario fisico e atletico al PalaBertelli, anche se la Sangio ha messo in mostra almeno 25’ di ottima qualità, prima di cedere alla distanza, pagando anche la seconda giornata di squalifica di Sebastiano Bianchi. In terra siciliana, invece, gli uomini del presidente Carlo Ponzelletti sono andati in fuga sulla spinta dei giovani Bargnesi e Berra, poi sono stati ripresi e superati allo sprint, con poche soluzioni offensive nel finale da parte dei veterani Bianchi e Picarelli. “Abbiamo disputato un match rispettando il piano-partita e giocando una buona pallacanestro per 30’ – il commento di coach Daniele Quilici – ma alla prima vera difficoltà ci siamo disuniti così da consegnare l’inerzia e la partita a Ragusa. Adesso maniche su e lavorare, non c’è altro modo per dare continuità e sostanza alle nostre prestazioni”.

Sangio: next stop Green Basket Palermo

Per il girone B1, la Sangiorgese tornerà in campo domenica 17 gennaio alle ore 18 al PalaBertelli contro il Green Basket Palermo di coach Alberto Mazzetti. L’imperativo categorico è quello di fermare l’emorragia di 5 sconfitte consecutive, cercando la giusta determinazione e fiducia in sé stessi. “Siamo in un momento non brillantissimo – commenta l’assistent coach Davide Roncari – perché non riusciamo a dare continuità per tutto l’arco della partita. Anche a Ragusa, secondo me, abbiamo fatto bene per 35’ e poi piano piano ci siamo sciolti. Adesso aspettiamo Palermo, che ha un ottimo quintetto, ma come noi non sta attraversando un buon momento. I loro terminali principali sono sicuramente Boffelli, Bedetti e Caronna, mentre il giocatore cardine e vero leader è Lombardo, bandiera della squadra. Dovremo affrontarli a viso aperto, giocando con grande ritmo e soprattutto con grande fiducia. Non dobbiamo avere nessuna pressione. Dovremo invece scendere in campo con la mente sgombra e pronti a prenderci ogni tipo di responsabilità sia offensiva che difensiva. Tutti insieme dobbiamo aiutarci e spingerci per uscire da questo momento-no”.

Basket, serie B: doppio turno per Robur e Sangio

Basket serieB RoburVarese Sangiorgese – MALPENSA24