Samarate al voto, ecco il primo simbolo: la sinistra torna in campo

elezioni sinistra samarate

SAMARATE – Arriva dalla sinistra il primo simbolo che comparirà ufficialmente sulle schede elettorali delle prossime elezioni a Samarate: è quello del movimento Articolo uno – MDP che punta ad affrontare la Lega offrendo ai cittadini «un’alternativa il più ampia e unitaria possibile».

Colori e slogan

«Presentiamo il simbolo con cui affronteremo la campagna elettorale, che abbiamo definito cercando di trasmettere ai cittadini la direzione che vogliamo seguire», spiega Luigino Portalupi. Nel logo dominano i colori rosso e verde, a richiamare «la storia che vogliamo rappresentare e l’obiettivo che ci siamo posti a livello nazionale: ovvero rappresentare una forza eco-socialista di governo». “Alternativa per Samarate” è lo slogan cuore del simbolo, a rappresentare «l’auspicio di un cambio di governo a livello locale, in cui vogliamo essere parte promotrice di un progetto alternativo con un disegno a lungo termine per la città». Una scelta politica che si colloca «in un movimento nazionale ma che opera con attenzione alla realtà locale».  Infine, un richiamo anche al mondo social, con l’hashtag #noicisiamo: a prova del fatto che Articolo Uno vuole dialogare con tutti, con un impegno continuo per Samarate, annunciando già che «anche se ci troveremo in minoranza, metteremo tutto l’impegno a sostenere le opere per la città in futuro».

Prossime elezioni importanti

«Le prossime elezioni sono importanti», afferma Portalupi. E per Samarate è importante che non si perda la connotazione politica della sinistra di governo «che c’è e va riaffermata anche se dal punto di vista elettorale questo è il momento meno opportuno per affermare certi valori», con l’orgoglio di chi con la propria presenza «ha proposto progetti per opere e servizi con un lavoro che è servito a quasi tutte le forze politiche che hanno governato Samarate». Come ultimi esempi di questo lavoro, Articolo uno rivendica il progetto del polo scolastico di via Borsi, la decisione di approvare il progetto della palestra nella stessa via Borsi e il progetto Led per l’illuminazione pubblica. «Se si affermerà l’area democratica-progressista sarà più facile riprendere a progettare a medio lungo termine e dare una visione d’insieme al futuro di Samarate». E in questo il primo passo è stato il simbolo: nell’attesa dei nomi, l’apertura a tutte le forze di sinistra «viene ribadito per ottenere un fronte alternativo il più ampio e solido possibile».

elezioni sinistra samarate – MALPENSA24