Leonardo Martinelli: “L’ isterico Lukaku ha trascinato Ibra nel baratro”

 

Milan Inter 1 2
Avevamo niente da guadagnare, abbiamo perso. Sinché si è giocato a calcio il Milan vinceva, con una squadra reinventata, un portiere che parava ed un centravanti che segnava. Poi l’isterico Lukaku perde la testa (forse per gli stipendi non pagati?) e trascina Ibra nel baratro. Senza se e senza ma, Ibra inqualificabile, nessuna giustificazione.
Finisce con un rigore ed una punizione, che possono esserci ma anche no (la sceneggiata di Conte ha pagato, altroché).
Purtroppo è la partita del “ lo avevamo detto”. Lo avevamo detto che con Valeri il Milan gioca sempre in 10, eccolo qui (espulsione ineccepibile, sarebbe comunque arrivata, ma Lukaku ha esagerato “ ti sparo in testa” ed e’ rimasto in campo. L’avevamo detto che Kjaer non era in condizione di giocare ed infatti si è rotto di nuovo, subito, grave errore della panchina. L’avevamo detto che Ibra sarebbe dovuto rimanere negli spogliatoi a metà partita, ed infatti subito si è fatto buttare fuori. Allenatori e dirigenti servono a questo, non solo a definire il modulo di gioco. Mi aspetto ora una enorme multa a Ibra e le sue scuse formali a noi tifosi. Dall’altra parte vedo che stanno considerando eroe Lukaku, non mi stupisco, vivono nel loro mondo virtuale dello smoking bianco fuori e nero dentro. Partita che ci costerà da ogni punto di vista, speriamo non in modo eccessivo. Ora a Bologna, vedremo.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24