Busto, sulla nomina di Agesp Iadonisi annuncia battaglia: «Farò ricorso»

busto palazzo gilardoni

BUSTO ARSIZIO – Presidenza di Agesp attività strumentali… la storia continua. Anche dopo la nomina del leghista Alessandro Della Marra. Avvenuta proprio qualche giorno fa tramite bando pubblico. Ad aggiungere un nuovo capitolo, ancora tutta da scrivere, alla vicenda sarà Francesco Iadonisi, il quale farà un accesso agli atti e sta meditando di fare ricorso sulla nomina.
«Stiamo parlando di un bando pubblico rispetto al busto francesco iadonisiquale c’è stata una spartizione, tra l’altro ampiamente raccontata sui giornali. Ed è proprio alla luce di questo che ho deciso di andare a fondo. La così detta res publica non è un gioco. E a Busto non abbiamo certo bisogno di altri esempi di cattiva gestione». E poi aggiunge: «Su questa vicenda poi sono davvero stupito del fatto che le opposizioni non hanno abbiano detto una parola e neppure sollevato un dubbio. Silenzio tombale. Al punto che mi chiedo se a Busto esista ancora un’opposizione». La questione promette di andare per lunghe. Più di quanto potrebbe durare la presidenza Della Marra, la quale secondo il bando è triennale, ma tra qualche mese potrebbe anche venir rimessa in discussione qualora Forza Italia e Lega dovessero decidere di ridiscutere gli equilibri politici delle governance di Agesp e dei rispettivi rami d’azienda.

C’è chi dice che Iadonisi sia stato spinto dalla voglia di fare una ripicca. Ma lui spazza subito il campo da questi voci: «Non c’è nessuno spirito di rivalsa da parte mia. Io ho partecipato al bando per la presidenza di Agesp attività strumentali poiché credo di avere le competenze per quel ruolo. Pur sapendo che la politica aveva già individuato un nome e cognome. A chi dice che la mia è solo una provocazione, risponde dicendo che era l’unico modo per mettere a nudo la spartizione di posti decisa a priori e il fatto che il sindaco non è certo civico come sostiene a ogni occasione. Lo dimostra proprio questa nomina, ovvero che il primo cittadino non ha fatto altro che accettare quanto imposto dai partiti che lo sostengono».

La delusione personale del fatto che Antonelli, puntando su Della Marra abbia “messo da parte” proprio colui che è stato uno dei suoi primi e più fedeli sostenitori nella corsa per diventare prima candidato del centrodestra e poi sindaco viene superata «dai tanti attestati di stima che ho ricevuto in questi giorni da molti cittadini, ma soprattutto da quei bustocchi che insieme a me hanno dato vita a Risvegliamo Busto. Ed è proprio loro che vorrei ringraziare. Ma anche il sindaco stesso, poiché con la sua scelta di fatto ha rianimato la volontà di questo gruppo di tornare a fare politica per l’interesse della città e dei cittadini. Del resto tra poco più di due anni si torna a votare a Busto Arsizio e noi inizieremo a lavorare in prospettiva futura».

Leggi anche:

agesp iadonisi ricorso – MALPENSA24