Spaccio nei boschi: si compra “coca”, ma con la mascherina anti-contagio

spaccio boschi

BUSTO ARSIZIO – Lo spaccio ai tempi del coronavirus: compra cocaina nei boschi, ma con la mascherina per proteggersi dal contagio. La sicurezza prima di tutto. Il giovane, 26 anni, è stato fermato e segnalato quale assuntore abituale di stupefacenti alla Prefettura insieme ad altri tre clienti, tutti tra i 20 e i 30 anni, dai carabinieri della compagnia di Busto durante un controllo.

spaccio boschi

Denunciato il nuovo pusher di zona

I militari non hanno infatti abbassato la guardia nonostante il particolare periodo. Ieri, venerdì 28 febbraio, hanno quindi controllato la zona verde tra Busto e Castellanza teatro, come è noto purtroppo, del fenomeno delle spaccio nei boschi. I carabinieri hanno individuato un nuovo pusher sulla piazza. Si tratta di un tunisino 30enne, senza fissa dimora e con precedenti, che alla vista dei militari ha cercato di fuggire nascondendosi tra gli alberi. Il 30enne è stato bloccato e perquisito. In tasca aveva un involucro con 7 grammi di cocaina pronti per essere venduti. E’ stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio. In tutto sono state controllate 33 persone. Tra queste anche i quattro segnalati quali assuntori uno dei quali attrezzato per limitare i rischi di contagio.

busto castellanza spaccio boschi – MALPENSA24