Busto, nell’area delle Nord per ora dominano degrado e tossicodipendenti

area nord busto

BUSTO ARSIZIO – L’amministrazione civica bustocca ha già fatto un decisivo passo in avanti approvando, quanto meno in via preliminare, il piano di recupero dell’area delle Nord, spina nel fianco dell’intera città. Datata e irrisolta questione urbanistica che i diversi esecutivi succedutisi negli anni a Palazzo Gilardoni hanno sinora affrontato senza successo. Isabella Tovaglieri, l’attuale assessore all’Urbanistica, è ora convinta che il suo progetto di riqualificazione avrà finalmente uno sbocco. C’è da essere fiduciosi, benché l’iter per l’approvazione definitiva non sarà breve e, soprattutto, occorrerà trovare gli investitori disposti a mettere soldi per costruire di fatto il nuovo, atteso quartiere.

L’incuria la fa da padrona

Nel frattempo vince il degrado. Vincono l’incuria, la maleducazione e, per molti aspetti, anche la malavita. Chi abita nei pressi lamenta la presenza di spacciatori e di un nugolo di tossicodipendenti che spadroneggiano a tutte le ore della giornata. La richiesta di sicurezza arriva di conseguenza. La situazione è inaccettabile, a due passi dal salotto buono di Busto Arsizio, cioè il centro storico, e in contiguità con uno dei presidi culturali e del tempo libero della città: il teatro Sociale. Certo, servirebbero controlli serrati da parte delle forze dell’ordine, anche a causa della vicina stazione del Malpensa Express, rifugio di sbandati e di malintenzionati. Più che le parole però contano le immagini. Quelle che vi proponiamo, scattate da Giovanni Garavaglia, non hanno bisogno di commenti: parlano da sole.

Non ci sono immagini in questa galleria.

Area nord busto – MALPENSA24