Gallarate da record: è il Comune più veloce d’Italia a pagare i creditori

piazza libertà gallarate palazzo borghi

GALLARATE –  Dai 60 giorni di ritardo nel 2014 ai 18 giorni di anticipo del secondo semestre del 2019: la tempestività dei pagamenti delle fatture da parte dell’amministrazione comunale di Gallarate registra una accelerata senza precedenti, a partire dalla metà del 2016, ovvero dall’insediamento della giunta Cassani.

Risultati eccezionali

Il Comune di Gallarate non solo è un “pagatore” affidabile ma è tra più solerti a livello nazionale tra quelli compresi tra i 10mila e i 60mila abitanti. Alla fine del 2018, infatti, il ritardo rispetto al canonico mese previsto dalla legge per il saldo delle fatture era appena di 3 giorni, 5 in meno rispetto alla media nazionale e 16 in meno se si prende in considerazione il secondo trimestre del 2016, l’ultimo riferibile alla precedente giunta. Numeri alla mano, nei primi due anni di completa gestione dell’attuale esecutivo, la media gallaratese dell’arco dei dodici mesi è scesa nel 2017 a 8 giorni per arrivare alle 72 ore del 2018. Una crescita costante in termini di tempestività dei pagamenti che nel 2019 sta riscontrando risultati addirittura eccezionali: in base ai dati della piattaforma Certificazione Crediti della Ragioneria generale dello Stato, nel primo trimestre dell’anno in corso, gli uffici competenti hanno pagato i fornitori del Comune in due settimane e da aprile a giugno addirittura in 12 giorni, rispettivamente 16 e 18 giorni prima della scadenza.

Azioni concrete

Ancora una volta, sotto la guida della giunta Cassani, Gallarate diventa esempio di azioni concrete e virtuose. Da parte sua l’assessore al Bilancio Stefano Robiati evidenzia come si tratti di una performance non del tutto scontata: «Il risultato raggiunto tiene conto degli stimoli legislativi, ma ha una valenza concreta nel garantire liquidità alle imprese fornitrici attraverso flussi procedurali resi nel tempo più efficienti da parte della macchina amministrativa comunale».

gallarate fatture pagamenti bilancio – MALPENSA24