L’Italia dall’alto: gli scatti spettacolari del Secondo reparto volo di Malpensa

Malpensa, piloti e specialisti in volo in elicottero del 2° Reparto Volo di Polizia di Stato 2015 © Massimo Sestini

MALPENSA – L’Italia vista dall’alto. Un mondo distaccato dalla freneticità della vita di tutti i giorni. Sono i paesaggi sorvolati dai piloti del Secondo reparto volo, il servizio aereo della polizia di Stato che dal 1972 ha la sua base operativa a Case Nuove di Somma Lombardo, a ridosso delle piste di Malpensa. E che si alza in volo circa 700 volte all’anno, con una media di quasi due missioni al giorno, per presidiare e controllare il territorio. Quello che vedono ogni giorno è stato immortalato dal fotoreporter Massimo Sestini, un’ora dopo il tramonto e un’ora prima dell’alba. Gli scatti del vincitore del World Press Photo 2015 sono esposti nella mostra “Italy – Twilight Skylines from Police helicopter” al Mamm di Mosca, inaugurata oggi 12 marzo.

Un’Italia mai vista

Volando con i modelli AgustaWestland AW139 e AB212 di Leonardo-Finmeccanica, Sestini racconta di un’Italia mai vista, ricca di luci e magnifici orizzonti variopinti. L’effetto creato dalle calde luci delle città assieme ai giochi chiaro-scurali delle ombre, genera delle immagini tramite le quali si riesce quasi a percepire l’animo frizzante delle vie nell’aria della sera e la quiete mattutina. «L’alba e il tramonto sono i momenti della giornata più delicati per l’essere umano: quando la luce, non ancora o non più piena, rende vulnerabili e più esposti alle insidie e alle paure. Sono momenti in cui la consapevolezza che qualcuno vegli su di noi ci rassicura. L’occhio che vigila dall’alto dell’elicottero della Polizia di Stato, il lampeggiante della volante sono luci nell’oscurità, segno visibile della presenza di donne e uomini in divisa pronti a proteggere la nostra incolumità, i nostri beni e i nostri valori», sono le parole del Capo della Polizia, Franco Gabrielli. «La mostra ha suscitato forti emozioni in Italia e sono sicuro che riscuoterà grande successo anche presso il pubblico russo, contribuendo a far conoscere il nostro Paese in maniera innovativa e a far crescere quella curiosità e quell’interesse già intenso e vivace nei confronti del Bel Paese. Ancora una volta, l’arte si qualifica come uno strumento insostituibile per rafforzare gli storici legami di amicizia e di collaborazione tra Italia e Russia», scrive l’Ambasciatore Pasquale Terracciano nella prefazione del catalogo di mostra. Dopo il successo derivato dall’esposizione degli scatti al Palazzo del Quirinale a Roma, la mostra inizierà, infatti, il suo viaggio internazionale che toccherà, nei prossimi mesi, le principali città del mondo, a partire proprio dalla Russia.

polizia aerea malpensa – MALPENSA24