Lo street food lascia il segno in centro a Busto: chiazze di unto sulla nuova piazza

busto street food piazza

BUSTO ARSIZIO – Bella da vedere piena di vita. La piazza Vittorio Emanuele colorata e gustosa con i truck del Latin street food sembrava un quadro. Olio su tela. Anzi, alla fine dell’evento, unto su sampietrino. Insomma ancora una volta la piazza più discussa di Busto Arsizio scivola nella polemica. E divide la città.

Un evento che ha lasciato il segno

Il Latin strette food in centro ha lasciato il segno: macchie di unto sulla pavimentazione. Provocate dalle cucine ambulanti che nell’ultimo fine settimana hanno sfornato leccornie da tutta Italia e che hanno chiazzato in maniera evidente  la pavimentazione e rianimato il dibattito sulla piazza. Polemiche che emergono appena qualcosa legato alla piazza non funziona (e capita spesso) per poi inabissarsi fino al prossimo intoppo. Vedasi il caso del verde sistemato e poi cambiato con rottura della pavimentazione, ma anche il lungo tira e molla sulle fontane rimaste a lungo spente per un difetto nel deflusso dell’acqua.

busto street food piazza

Città divisa

Sulle chiazze d’unto rimaste a terra, insieme all’odore di grasso bruciato nell’aria, che ancora oggi, martedì 28 maggio, si sentiva nell’aria, i bustocchi si sono divisi sulle discussione social. Da un lato la fazione del “meglio una macchia d’olio che il nulla”, dall’altro quella del “fate le cose per bene, altrimenti lasciate stare”. Insomma, un dibattito che mai avrà un vincitore e nel quale non è semplice dire chi con assoluta certezza ragione in fondo. Di certo, infatti, c’è solo una cosa: quella piazza pensata principalmente per far incontrare e divertire i cittadini ha anche la capacità, forse non calcolata, di far discutere.

street food busto piazza – MALPENSA24