A Besnate nel 2020 investimenti in opere pubbliche per un milione 300mila euro

casa delle culture besnate

BESNATE – Primo consiglio comunale “in presenza” a Besnate dopo il lockdown: varato un piano di triennale delle opere pubbliche decisamente di peso. «Per il 2020 abbiamo previsto investimenti pari a un milione 300mila euro che, però, abbiamo intenzione di incrementare ancora», spiega il sindaco Giovanni Corbo. Al centro degli interventi ci saranno «La Casa delle Culture (foto di repertorio), interventi alle scuole medie e elementari, la realizzazione di una vera area feste, ma anche nuove asfaltature», sottolinea il primo cittadino besnatese.

Casa delle Culture, scuole e area feste

Per l’intervento alla Casa delle Culture l’intenzione dell’amministrazione è quella di portare l’investimento a due milioni di euro «Senza gravare sulla spesa corrente – puntualizza Corbo – Abbiamo tra l’altro rinegoziato un mutuo che ci consentirà di abbattere una rata da 32mila euro. Un fatto decisamente importante che ci consentirà di finanziare altri interventi».

Nuovi spazi anche per il teatro

Casa delle Culture e Area Feste sono i punti «Programmatici sui quali abbiamo puntato nel programma elettorale. Adesso siamo pronti dare il via agli interventi». Nel primo caso si tratta di un cantiere “di peso” su un edificio che racconta molto della storia di Besnate. La Casa delle Culture è un edificio storico realizzato tra fine ‘800 e primi del ‘900 «Nato come grande dormitorio per le operaie che dalle zone rurali si spostavano qui per lavorare alla tessitura Bernocchi – spiega il primo cittadino – Oggi ospita la sede di numerose associazioni, tra cui Pro Loco e Auser, la biblioteca, la sala civica e il museo della civiltà contadina. Ad oggi non è mai stata oggetto di interventi di riqualificazione. Pensiamo a una sorta di collegamento tra l’abitato e i sentieri naturalistici che ci circondano. A spazi con gradinate per ospitare la messa in scena di opere teatrali, una biblioteca moderna con una zona silenziosa per la lettura e una zona più “chiassosa” dove soprattutto i giovani possano interagire. E naturalmente le associazioni avranno spazi adatti all’importante attività sociale che svolgono».

Dal Governo 63mila euro

Sul fronte scuole per le medie è in calendario il rispristino delle vecchie facciate dell’istituto anch’esso storico, con cambio degli infissi dei plessi scolastici e interventi mirati a migliorarne la categoria energetica e, ovviamente, a garantire la sicurezza degli studenti. Per questi interventi potranno essere utilizzati anche i 350mila euro destinati da Regione Lombardia al Comune di Besnate. «Infine l’area feste che andrà a colmare la mancanza di un luogo adatto ai momenti di aggregazione – spiega Corbo – Le normative consentono ai Comuni tempi rapidi nelle appalature. Questo ci consente di programmare gli interventi e partire con progettazione e cantieri in tempi assolutamente più contenuti rispetto a quelli che deve osservare il Governo». Far partire cantieri è da molti considerata una delle chiavi per far ripartire l’economia dopo la crisi causata dal lockdown. E’ lavoro per molti «E porta un vantaggio sociale. «In un momento storico in cui si prevede una contrazione del Pil in Italia, anche una realtà virtuosa come la nostra nei limiti delle proprie possibilità deve dare un segnale di rilancio». Besnate ha infine ricevuto oggi la conferma che nel decreto rilancio sarà destinataria di più di 63mila euro per il Fondo Esercizio Funzioni Fondamentali in sostituzione dei mancati introiti.

besnate investimenti opere pubbliche – MALPENSA24