Botte e clienti ubriachi: la Questura chiude il bangla di via Miani a Busto

legnano polizia arresto irregolare

BUSTO ARSIZIO – Il Questore di Varese ha disposto la sospensione per dieci giorni dell’attività del bangla Musudul enterprise , minimarket alimentare, di via Miani a Busto Arsizio. Il Decreto, notificato ieri, giovedì 14 novembre, è stato emesso in seguito alla segnalazione del commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, che ha accertato alcuni episodi registrati anche da altre forze dell’ordine, che hanno evidenziato, nell’arco di un lungo lasso di tempo, l’ultimo dei quali risalente a pochi giorni fa, come il negozio costituisca, oggettivamente, una turbativa per l’ordine pubblico, la tranquillità e la sicurezza dei cittadini.

Liti a colpi di bottiglia

In particolare la sera dello scorso 8 novembre, su segnalazione di un cittadino che si lamentava per il frastuono proveniente da un gruppo di ragazzi, che dopo aver acquistato alcune bottiglie di birra si divertivano a romperle ed a urinare in prossimità del portone di un condominio, è intervenuta la Volante del Commissariato. Alla vista della pattuglia, uno degli avventori si è allontanato, salvo poi ritornare e aggredire gli agenti e danneggiare l’auto di servizio e una arrivato in commissariato ha spaccato tutto anche lì. Già in precedenza e in più occasioni la polizia di Stato e la Polizia Locale sono dovute intervenire al minimarket in questione a causa del caos causato dai clienti, spesso ubriachi, che si ritrovano fuori dal locale. In alcuni episodi, gli agenti del Commissariato sono anche intervenuti per sedare liti tra avventori, per la maggior parte con precedenti di polizia. Lo scorso maggio, un ragazzo già pregiudicato, è stato denunciato per minacce aggravate, dopo aver litigato e aggredito con un coltello un altro cliente. A novembre dello scorso anno, un altro avventore era stato trovato con una pistola scacciacani priva del tappo rosso e nascosta dall’uomo nel bagno del locale.  Numerosissimi e continui sono stati i controlli, che hanno permesso di pizzicare clienti con precedenti, perlopiù stranieri. La polizia locale ha più volte sanzionato il locale. Adesso è arrivata la sospensione della licenza commerciale.

busto chiuso bangla miani – MALPENSA24