Notte alcolica tra Busto e Gallarate: 6 in ospedale. C’è anche un minorenne

busto bimbo caduta scuola

BUSTO ARSIZIO – Notte decisamente alcolica in provincia. In particolare nel basso varesotto e nell’altomilanese dove in poche ore sono state sei le chiamate arrivate al 112 numero unico per le emergenze con ambulanze corse in soccorso di altrettanti ubriachi rimasti “a terra” lungo la via del fine settimane. In pronto soccorso ci è finito anche un minorenne nonostante la legge vieti di servire alcolici a chi ha un’età inferiore ai 18 anni.

Emergenze dalle 21 alle 4

I bagordi sono iniziati prestissimo. Pochi minuti dopo le 21 di sabato 20 luglio, a Lonate Pozzolo, nelle vicinanze dell’area di Malpensa, un ventiquattrenne si è accasciato al suolo completamente sbronzo. E’ stato soccorso e trasportato in ospedale a Gallarate in codice verde. Chiara la diagnosi: intossicazione etilica. Sul posto è intervenuta anche la Polaria. Poco prima delle 23 di ieri le ambulanze correvano ancora. Questa volta a Vergiate in via Gramsci dove un trentenne non ha retto la massiccia quantità di alcol ingerita collassando: è stato trasportato in ospedale a Angera dove ha smaltito la sbronza senza gravi conseguenze. All’1.30 circa sirene a Busto Arsizio, in via XI settembre, al centralino è stata segnalata la presenza di una persona quasi svenuta per strada nelle vicinanze di MalpensaFiere dove è in corso il LatinFiexpo.

Sedicenne soccorso a Olgiate Olona

La voglia di evasione mescolata a caldo e alcol ha colpito anche a Legnano in via Cuzzi pochi minuti dopo l’1.30 di oggi domenica 21 luglio. Sul posto anche i carabinieri. Un quarantunenne è stato soccorso sempre per intossicazione etilica e trasportato in Pronto Soccorso all’ospedale cittadino in codice verde. Alle 3.30 a Olgiate Olona “a terra” ci è rimasto un ragazzino di 16 anni. L’ambulanza lo ha raggiunto in via San Francesco. Non è chiaro se il giovane abbia bevuto in qualche abitazione privata o in qualche locale. Di fatto servire alcolici ai minorenni è reato. E i controlli sono rigidi in questo senso. I locali si sono attrezzati chiedendo i documenti. Ma fatta la legge trovata l’inganno: i maggiorenni del gruppo comprano da bere per tutti consegnando poi birre e cocktail a chi non ha ancora 18 anni. La notte alcolica si è chiusa a Gallarate alle 4.15 di oggi, domenica 21 luglio, in piazza Giovanni XXIII, dove i soccorritori hanno raccolto e trasportato in ospedale un trentenne in preda a malori alcolici. Il super lavoro da ubriachezza si è calmato quindi soltanto prima dell’alba.

busto gallarate notte alcolica – MALPENSA24