Dall’inizio dell’anno più di 1500 respingimenti alla frontiera di Malpensa

respingimenti frontiera malpensa

MALPENSA – Vengono fermati alla frontiera perché hanno il passaporto falso, il visto o il permesso di soggiorno non in regola. Dal primo gennaio al 31 luglio la Polaria di Malpensa ha già compiuto 1526 respingimenti. Sono soprattutto cittadini cinesi, brasiliani e albanesi, ma gli irregolari provengono da ogni parte del mondo.

Aumentano i respingimenti

Nel 2018 i respingimenti sono stati 2111. Nei primi sette mesi del 2019 hanno già raggiunto quota 1526, passando da una media di 175 a 218 al mese. Il fenomeno è in crescita e l’aumento dei voli a Malpensa è soltanto una spiegazione, ma non l’unica. Per arginarlo la dirigente della Polaria Giuseppina Petecca può contare su 460 uomini in servizio in aeroporto. Il loro lavoro è immane. Si stimano circa 40mila controlli al giorno tra arrivi e partenze.

respingimenti frontiera malpensa – MALPENSA24