In 1.400 al Panperduto alla scoperta di Leonardo

SOMMA LOMBARDO – Sono oltre 1400 le persone che lo scorso weekend hanno fatto visita al Panperduto di Somma Lombardo e al percorso storico e culturale dedicato a Leonardo da Vinci. Eloquente la cifra: i numeri parlano da soli. Inutile dire che sabato e domenica erano in tanti a essersi dati appuntamento al gazebo vicino al gioiello d’idraulica industriale: gli organizzatori, “Quelli del ‘63”, hanno contato almeno una trentina di persone per ciascun gruppo. E il flusso non si è mai interrotto.

Alla scoperta di Leonardo

Varcato il cancello della storica diga, il pubblico veniva condotto al percorso su Leonardo da Vinci. Personaggi in rigoroso costume cinquecentesco invitavano gli spettatori al tour alla scoperta del genio del nostro Rinascimento: c’è chi raccontava la vita, chi le invenzioni idrauliche, chi gli studi sul corpo umano, chi le scoperte sulla fisica e la meccanica, chi gli immancabili dipinti. Tutti gli aspetti salienti della vita di Leonardo erano incorniciati con riproduzione di personaggi dal vivo: interessante l’imitazione della Gioconda, il mega quadro che ritraeva l’Ultima cena, il soggiorno a Milano, quello a Roma e tanto altro. Accattivante pure l’esposizione sulle macchine idrauliche di Leonardo, vetrinetta presa in prestito dalla mostra permanente di Vigevano. Applaudito anche lo spettacolo degli sbandieratori, i Lancieri del Seprio, una performance animata da ragazzini che hanno dato il meglio di sé facendo svolazzare a ritmo le bandiere e creando una suggestiva coreografia. Il percorso si concludeva attraverso il parco. Un’oretta di sana cultura e un full immersion in uno spaccato del nostro Rinascimento.

Quelli del ‘63

Molto positivo il commento dell’associazione guidata da Roberto Caccin: «Siamo stati molto soddisfatti, eravamo stanchi, accaldati, ma con la gioia di aver visto tante persone. Questo ci dà la carica per andare avanti». Prossimi appuntamenti in cantiere, la rappresentazione della seconda parte della Grande guerra per commemorare il centenario della fine del conflitto del 1914-‘18. La prima parte era già stata messa in scena dall’associazione con più di cento comparse tre anni fa,  ora continueranno con la seconda.

Inoltre a partire da giugno tutte le domeniche e festivi proseguono alle 17 le visite guidate alla diga del Panperduto. Ogni tour è accompagnato da una guida. L’itinerario è un percorso obbligato della durata di 90 minuti. L’iniziativa prevede un contributo di 6 euro, gratuito per i bambini fino ai 10 anni. Prenotazione obbligatoria al 342 67 66 047 o allo 0331 259 752.

Non ci sono immagini in questa galleria.

leonardo panperduto – MALPENSA24