Leonardo Martinelli: “A Donnarumma non auguro le migliori fortune”

Ho appena visto su You Tube un emozionante video fatto da Raffaele Morelli su Donnarumma, richiestogli da Carlo Pellegatti, voce vera del Milan.
Emozionante perché, a bocce ormai ferme, entra nell’aspetto soft della separazione, al di là dei soldi che Donnarumma guadagnerà, del mancato incasso per la valorizzazione e della perdita di un grande giocatore.
Morelli punta tutto sull’affetto, sul sentimento, sulla gioventù, sul senso di appartenenza. Per quanti Raiola circolino nel mondo, nessuno ci porterà via tutto questo. Per chi ci vuole rinunciare, soldi magari, ma anche terra incognita. Unico punto in disaccordo: io non gli auguro le migliori fortune, al contrario spero passi le sue serate con Raiola ed i suoi accoliti incazzandosi con questi e disperandosi per aver voltato le spalle all’amore. Kakà e Sheva si persero, in quel di Madrid e Londra, e non erano creature originali. Torino città fredda, la sensibilità non si compra e non basta mangiare gianduiotti per sentirsi a casa.
Vai Gigio, non voltarti indietro, troverai una porta chiusa e spera di saper chiudere anche la tua.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24