Ronaldo vuole un altro Pallone d’Oro: sarebbe meritato?

Pallone D'Oro Ronaldo

Cristiano Ronaldo fa bene, anzi benissimo, a sperare di vincere l’ennesimo Pallone d’Oro della carriera, ma bisogna mettersi d’accordo una volta per tutte. È un premio da consegnare al migliore giocatore in circolazione, e allora Messi e Ronaldo devono contenderselo ogni anno, oppure è la certificazione di chi ha avuto più meriti personali e di squadra nella stagione in corso? Ho sempre pensato valesse la seconda opzione e quindi, né il fenomeno portoghese né il superbo collega argentino hanno secondo me i titoli quest’anno per aggiudicarselo. Tagliamo la testa al toro o meglio alla zebra, vista la nuova appartenenza di Cr7: non sarebbe meritorio il premio per la stagione appena vissuta. Qual è stato il torneo calcistico più importante dell’anno? Ovvio, il mondiale. E proprio il torneo iridato dovrebbe fare da cartina di tornasole. È sempre successo, anche se nelle ultime due edizioni del mondiale le cose sono andate un po’ in controtendenza. Nel 2010 vinse Messi, davanti a Iniesta che avrebbe meritato molto più del compagno argentino nel Barcellona in virtù del gol in finale mondiale con l’Olanda. Quell’anno peraltro il Barcellona non vinse neppure la Champions (trionfò l’Inter) eppure Messi alzò il trofeo a Parigi. Nel 2014 con la Germania campione del Mondo, il portierone Neuer arrivò terzo dietro la coppia Ronaldo-Messi. Il portoghese, però, quell’anno vinse la Champions da protagonista. Ronaldo ha sì vinto la Champions, ma il suo torneo non ha fatto registrare nessun sussulto dalle semifinali in avanti. Mondiale incolore dopo un grande avvio nel girone eliminatorio con il Portogallo eliminato troppo precocemente già all’ottavo di finale. Sulla base del rendimento personale e di squadra ci sono almeno altri tre giocatori più meritevoli.

Sarebbe giusto premiare un francese o Modric

I due francesi, Mbappe’ e Griezman, campioni del mondo con la nazionale di Didier Deschamps. Il primo è stato grandissimo protagonista fino in finale. Il secondo, eccezionale spalla. L’attaccante dell’Atletico di Madrid ha conquistato anche l’Europa League, completando una stagione da favola. E poi ci sarebbe il mago croato Modric, vincitore della Champions con il Real Madrid e trascinatore della Croazia, non proprio il Brasile o l’Argentina, finalista mondiale. Una stagione fantastica vissuta da protagonista assoluto: leader tecnico e carismatico del Madrid e della Croazia. Poi, tanto per gradire, ci sarebbe anche un quarto giocatore, tal Varane, centrale del Real Madrid e pilastro della nazionale francese, campione d’Europa e del mondo nel giro di un paio di mesi, tra club e nazionale. Una stagione che lo ha consacrato tra i primissimi al mondo nel suo ruolo. Sarebbe il secondo difensore a essere premiato nell’ultimo ventennio dopo Fabio Cannavaro campione del mondo del 2006. Ma si sa, i difensori non hanno lo stesso appeal di chi inventa calcio o disegna saette.

Pallone D’Oro Ronaldo Malpensa24