Per Marnate chiede di sospendere la gara per la discarica: «Non ci sono i soldi»

Marnate roberto pozzoli per marnate

MARNATE  – Amministrazione avvisata mezza salvata? Già al consiglio comunale dello scorso 16 febbraio l’opposizione di Per Marnate si era scontrata con la giunta Galli sul tema della costruzione della nuova discarica in via Pertini, sostenendo che l’amministrazione non avesse di fatto i 500 mila euro necessari. «Volevano investire 100 mila euro dei fondi regionali, ma, come avevano avvisato noi, questi non possono essere usati per la piazzola. Quindi ora chiediamo di sospendere la gara indetta e rifarne un’altra per il prezzo di 400 mila euro», commenta il capogruppo di opposizione, Roberto Pozzoli.

Niente fondi regionali

Una discarica contestata sin dagli albori, da quando il sindaco, Elisabetta Galli, aveva annunciato di volerla costruire. Ad agitare le minoranze non è tanto il progetto in sé, quanto i costi. Infatti, lo scorso giovedì 13 maggio, l’amministrazione di Qui per esserci ha approvato il progetto esecutivo definitivo per la piazzola di 500 mila euro: di questi 400 mila provengono dall’avanzo di bilancio e 100 mila da fondi regionali per le infrastrutture sociali.

«Noi però abbiamo fatto notare che la discarica non rientra nei progetti finanziabili, ma non siamo stati ascoltati. Ora invece la Regione ha dato ragione a noi e quindi la giunta non ha più i fondi per realizzare il progetto», denuncia Pozzoli protocollando una serie di mozioni per il prossimo consiglio comunale di sabato 26 giugno.

Gara da sospendere

Sarà infatti questa l’occasione per fare alcune richieste al sindaco. «In primis chiediamo di fare una variazione di bilancio per togliere i 100 mila euro che avevano messo a bilancio. Tra le altre cose – aggiunge il consigliere – per legge quando si approva un progetto esecutivo ci deve essere la copertura totale dell’investimento, e invece loro hanno solo 400 mila euro». La richiesta è quindi quella di togliere i 100 mila euro dal progetto della piazzola e spostarne 50 mila sulle scuole elementari e 50 mila sulle medie, che proprio nelle scorse settimane a causa dei forti temporali, hanno messo in evidenza alcune problematiche strutturali.

«Inoltre – chiedono da Per Marnate – vogliamo che la gara indetta dal Comune venga sospesa per indisponibilità finanziaria sopraggiunta e che venga quindi fatto un altro procedimento con il prezzo base di 400 mila euro, dato che gli altri 100 non sono più disponibili».

Tuttavia, i procedimenti amministrativi sono già in essere, tant’é che proprio la scorsa settimana il primo cittadino aveva annunciato 215 manifestazioni di interesse per il progetto, inoltre, se l’amministrazione volesse procedere con il piano da 500 mila dovrà prendere i 100 mila euro dall’avanzo di bilancio, il che potrebbe significare mettere in stand-by altre iniziative. Ma per vedere cosa si deciderà bisognerà attendere il consiglio comunale di sabato 26 giugno alle 8.45.

Tutti vogliono costruire la nuova discarica a Marnate: presentate 215 candidature

marnate discarica sospensione gara – MALPENSA24