Bollette pazze a Samarate, Alfa si difende: «Sono letture effettive»

Bollette pazze samarate alfa

SAMARATE – A Samarate nessuno pagherà più di quel che è dovuto. «Su questo Alfa Srl è pienamente in linea con le parole del sindaco di Samarate Enrico Puricelli, con il quale è in corso un confronto costante sul tema della bollettazione», spiega in una nota la società che gestisce la rete idrica in provincia di Varese, in risposta agli attacchi degli ultimi giorni a causa dell’invio di bollette elevate.

Non sono bollette pazze

Alfa rigetta inoltre l’espressione giornalistica “bollette pazze”: «A Samarate, al netto di qualche errore che verrà corretto e chiarito, la transizione verso la nuova gestione in carico ad Alfa Srl ha comportato un inevitabile allineamento dei consumi reali del servizio idrico. Un’operazione trasparente ed equa, che Alfa Srl ha messo in atto a Samarate con le stesse modalità utilizzate in tutti gli altri Comuni del territorio della Provincia di Varese». Per la prima volta da quando Alfa Srl ha in carico la gestione del servizio idrico del Comune di Samarate, infatti, la bollettazione è stata emessa sulla base di letture effettive, effettuate nel mese di aprile su oltre 5mila contatori dell’acqua sul territorio comunale. «Si tratta di dati rilevati da una società di lettura e certificati, sulla cui correttezza gli uffici di Alfa Srl sono stati fin da subito disponibili a svolgere le necessarie verifiche e a fornire ogni tipo di chiarimento all’utenza».

Le fatturazioni eccessive

Grazie all’allineamento dei dati di consumo e delle bollette, reso possibile dalla campagna di letture reali, Alfa sottolinea che la fatturazione nel Comune di Samarate potrà d’ora in poi procedere in modo regolare ed equo per tutti, nel rispetto delle cadenze previste dall’Autorità.
«Al netto di possibili errori e imprecisioni, che come detto la società è pronta a verificare ed eventualmente correggere, le bollette considerate eccessive sono dovute, da un lato, al mancato allineamento dei consumi reali rispetto a quelli presunti che venivano fatturati in acconto nelle bollette precedenti, dall’altro agli aumenti tariffari disposti tra il 2017 e il 2019 dall’Ufficio d’Ambito di ATO Varese ai sensi delle deliberazioni dell’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico.
In tutti i casi, sempre a tutela dei cittadini e delle imprese, i consumi rilevati sono stati spalmati rispetto alla lettura precedente con un calcolo “pro die” e riproporzionati sul consumo annuo, in modo tale evitare il rischio per l’utente di ritrovarsi suo malgrado nella fascia tariffaria più alta, ovvero vedersi applicare tariffe più alte per via dell’anno di competenza fatturato».

Sportello Alfa

Per ogni chiarimento, in accordo con l’amministrazione comunale di Samarate, Alfa Srl ha predisposto l’apertura di uno sportello straordinario nel Comune di Samarate nei giorni di martedì 2 luglio e martedì 9 luglio dalle ore 9 alle ore 11.30 in aggiunta alle aperture ordinarie, tutti i giorni feriali, degli sportelli di Busto Arsizio all’Agesp Point di via Alberto da Giussano, e Gallarate alla sede operativa di via Bottini, secondo gli orari consultabili sul sito www.alfasii.it.
Alfa ricorda infine che, nel caso di importi elevati e difficili da sostenere per il singolo utente, è disponibile a concedere motivate rateizzazioni e dilazioni di pagamento, anche al di là dei termini previsti dall’Autorità, nello spirito di venire incontro alle esigenze dell’utenza, in particolare di quella più debole.

Bollette pazze samarate alfa – MALPENSA24